Per la prima volta in 800 anni…

Stampa articolo Stampa articolo

Se il cielo sarà sgombro da nubi questo Natale potremo vedere in cielo una luce simile a quella che videro i Re Magi. Non è da poco, dato che l’ultima volta è accaduto il 4 marzo 1226, e la prossima sarà verso il 2080.
Per la prima volta dal Medioevo un raro allineamento astronomico creerà una luce straordinariamente brillante nel cielo. Viene paragonato alla Stella di Betlemme che guidò i Re Magi da Gesù Bambino. Il fenomeno avrà luogo il 21 dicembre, il solstizio d’inverno, quando Giove e Saturno si avvicineranno per creare uno spettacolo unico in cielo.
Un rapporto di Forbes, rivista statunitense di economia pubblicata bisettimanalmente con articoli che trattano di finanza, industria, investimenti, marketing ma anche tecnologia, scienza eccetera, spiega che la congiunzione tra Saturno e Giove si verifica ogni 20 anni. Quest’anno sarà unica per la posizione della Terra, che farà sì che i due pianeti sembrino ancor più vicini del solito. Nei giorni precedenti il solstizio i pianeti saranno visibili e sembreranno avvicinarsi l’uno all’altro.
Nell’emisfero nord la congiunzione sarà più visibile dal 16 al 25 dicembre, nell’emisfero sud si vedrà solo il 21 dicembre, giorno del solstizio d’inverno.
Quella sera i due pianeti sembreranno così vicini da assomigliare a una massa enorme. Si creerà una quantità straordinaria di luce che sfiderà quella della luna piena. Il rapporto della Rice University ha segnalato che la congiunzione si vedrà più chiaramente da 20 a 30 minuti dopo il tramonto.

Leggi tutto l’articolo di Gabriele Soliani su La Libertà del 23 dicembre 2020

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento