I Lions Club di Reggio Emilia donano 1800 punte di Parmigiano Reggiano alla Caritas diocesana

Stampa articolo Stampa articolo

Dopo l’emergenza sanitaria, l’impoverimento delle famiglie è il grande dramma causato dal Coronavirus. A causa della perdita del lavoro, sono in preoccupante aumento le famiglie completamente prive di mezzi di sostentamento; molte altre sono costrette a rinunciare alle spese per i bisogni primari, come la salute, la cura dei familiari e l’istruzione.
Un fenomeno che sta assumendo proporzioni sempre più preoccupanti anche nel nostro territorio, aumentando il divario sociale tra chi ha di più e chi di meno.
Nell’ultimo anno su 10 famiglie che hanno chiesto aiuto alla Caritas diocesana di Reggio Emilia e Guastalla 6 sono italiane. Alla precarietà economica di situazioni già note, oggi si aggiungono tante nuove povertà che rischiano di aggravarsi nel silenzio dell’indifferenza e della vergogna. Una sfida che i sistemi di welfare tradizionali non sono in grado di affrontare senza uno straordinario patto di solidarietà che coinvolga la comunità in tutte le sue articolazioni.
Tra le associazioni che più si sono impegnate in questo periodo di emergenza, si registrano in particolare i Lions Club che fin dall’inizio della pandemia hanno attivato diverse raccolte fondi in tutta Italia, superando la ragguardevole cifra di oltre 6 milioni di euro, investiti in attrezzature sanitarie donate agli ospedali e per fornire un primo sostegno economico alle famiglie.

Anche gli 11 Club Lions attivi nel territorio della provincia di Reggio Emilia hanno contribuito per la propria parte ai progetti di aiuto nazionali e distrettuali, senza tuttavia trascurare il proprio territorio. Molti, infatti, i service realizzati dai vari Club a livello locale, in risposta al campanello d’allarme lanciato dalla Caritas diocesana.


“1000 punte di Parmigiano Reggiano per la solidarietà” – diventate presto 1800 punte del prezioso formaggio che andranno nelle case di altrettante famiglie bisognose, per un totale di 8000 persone che vivono in condizioni di accertata difficoltà – è soltanto una delle ultime iniziative realizzate dagli oltre 300 soci Lions reggiani, resa possibile anche grazie alla generosità di Parmareggio Spa che ha contribuito a sua volta, mettendo a disposizione il formaggio a un prezzo di favore.
“A seguito della carenza di proteine rilevata nei pacchi alimentari, i Lions hanno donato alla Caritas le punte di Parmigiano Reggiano che andranno ad arricchire i pacchi alimentari in distribuzione durante le festività tramite i centri di ascolto Caritas di tutta la provincia – spiegano i presidenti Lions di Zona 12 e 13 Daniela Gardini e Armando Ronzoni – un service che risponde a una precisa esigenza alimentare e che ha una forte incidenza sul benessere e sulla salute delle persone più fragili”.

Sergio Vaiani, coordinatore del Dipartimento Nuove Povertà per il distretto Lions 108 Tb, affiancato dall’officer Domenico Scalabrini e dal responsabile di Parmareggio Spa Massimo Repetti, al momento della consegna delle punte di Parmigiano al magazzino Caritas di Reggio Emilia ha commentato: “Le tantissime iniziative territoriali di service rientrano in un progetto nazionale articolato e continuativo, operazioni di solidarietà di grande valore per la tenuta sociale del territorio che testimoniano la capacità dei Lions di intercettare e rispondere ai bisogni della società, perché dove c’è un bisogno, c’è un Lions”.

 

Il Lions Club a Reggio Emilia
Il Lions Club è presente sul territorio della provincia di Reggio Emilia da oltre 60 anni. Sono oltre 300 i soci suddivisi in 11 club (Albinea Ludovico Ariosto, Canossa Val d’Enza, Castelnovo ne’ Monti, Correggio Antonio Allegri, Fabbrico Rocca Falcona, Guastalla Ferrante Gonzaga, Reggio Emilia Host Città Del Tricolore, Reggio Emilia La Guglia Matilde di Canossa, Reggio Emilia Regium Lepidi e Cispadana, Sant’Ilario d’Enza, Scandiano) raggruppati in due Zone, che fanno parte del Distretto 108 Tb e del Multidistretto 108 Italy. Molte le azioni, chiamate service, che i Lions svolgono per rispondere a esigenze specifiche del territorio: dalla salute, con attività di informazione e prevenzione per giovani e adulti, allo sport, con particolare attenzione verso i giovani ai quali sono dedicati progetti di scambio che ogni anno danno la possibilità a molti ragazzi reggiani di fare una esperienza di vita all’estero. Forte l’attenzione anche ai temi sociali, come l’abuso di minori e le difficoltà nel contesto famigliare. I Lions sono sempre al fianco di associazioni e istituzioni locali con borse di studio, sponsorizzazioni e donazioni a favore di operatori specializzati nel prendersi cura dell’autismo, delle persone diversamente abili e dell’addestramento dei cani guida per i non vedenti. Al centro delle numerose iniziative dei Lions anche la cultura, con il recupero di reperti e la valorizzazione della cultura e storia locale, ma anche temi sociali e di attualità.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento