Reparto Covid nel presepe

Stampa articolo Stampa articolo

L’allestimento è a San Giovanni di Novellara

Da circa sessant’anni nel mese di agosto a San Giovanni di Novellara, mentre la maggior parte delle persone se ne sta in vacanza pensando a cosa mettere sul fuoco per la grigliata di Ferragosto, si inizia ad occuparsi del presepe e ad immaginare come arricchirlo di un quadro nuovo, perché in fondo, citando il Don Camillo di Giovannino Guareschi, il Natale arriva sempre più presto di quanto non si pensi. L’autore di tutto questo è Gabriele Fornaciari (foto), il sagrestano tuttofare del paese lungo il canale di bonifica che porta l’acqua del Po fino alle porte di Reggio. Gabriele, 80 anni con un passato da aiutante tecnico all’Istituto “Motti” di Correggio, di meccanica se ne intende e ogni anno e due volte all’anno, visto che di presepe ne allestisce uno – ne abbiamo scritto su queste pagine un paio di anni fa – anche a Pasqua, inizia a costruire, cominciando appunto attorno a Ferragosto, i quadri del suo presepe che raccontano ai visitatori la storia della salvezza, partendo dall’annuncio dell’angelo Gabriele a Maria in quel di Nazareth.

Leggi tutto l’articolo di Giuseppe Maria Codazzi su La Libertà del 23 dicembre 2020

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento