Fu vera gloria?

Stampa articolo Stampa articolo

Dopo la morte di Diego Armando Maradona e tutte le celebrazioni per l’addio a questo mito del calcio, si solleva il solito dibattito se è giusto celebrare o meno personaggi pubblici dalla discutibile vita privata.
È successo per George Best, per rimanere nel campo pallonaro, per Michael Jackson, Freddy Mercury, Witney Huston per citare alcuni artisti in ambito musicale, o al nostro Marco Pantani, fuoriclasse del ciclismo made in Italy. E potrei continuare la lista di questi miti dannati.
Come spesso accade in quest’epoca social, l’opinione pubblica si è divisa dopo la morte del Pibe de Oro. Da una parte i suoi tifosi, di tutto il mondo, che piangono il più grande fuoriclasse del calcio moderno, e dall’altro chi di Diego condanna eccessi, vita sregolata, vizi e stravizi scandalizzandosi di tanto clamore per una figura così controversa.

Leggi tutto l’articolo di Matteo Daolio su La Libertà del 9 dicembre 2020

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento