San PROSPERO VESCOVO Patrono della Città e della Diocesi

Stampa articolo Stampa articolo

Per l’ormai storica rubrica “I nostri santi, le nostre chiese”, curata per La Libertà dal diacono Lorenzo Ponti con la consulenza storica di don Augusto Gambarelli, responsabile dell’Archivio diocesano presso la Curia vescovile, pubblichiamo questa settimana una “edizione straordinaria” dedicata al nostro Patrono san Prospero vescovo.

San Prospero (… – Reggio nell’Emilia, 25 giugno 466) fu vescovo di Reggio Emilia, secondo la tradizione per 22 anni; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica. Poco si sa della sua vita, ma i documenti attestano che egli fu veramente vescovo di Reggio Emilia nel V secolo. Parlano di lui due omelie del X secolo, una per la vita e un’altra per la traslazione del suo corpo: egli viene ricordato per il suo senso di carità; è il santo patrono di Reggio Emilia, anche se la cattedrale non è dedicata a lui: a Reggio, invece, esiste ancora la chiesa di San Prospero, che Prospero stesso aveva costruito e dedicato a sant’Apollinare. Il suo culto è antichissimo e si è diffuso tra l’XI e il XIV secolo.

Leggi tutto l’articolo di Lorenzo Ponti su La Libertà del 25 novembre 2020

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento