E’ morto a Roma il Dott. Filippo Maria Gambari

Stampa articolo Stampa articolo

Si è spento  giovedì 19 novembre in Roma all’Istituto Nazionale “Lazzaro Spallanzani”, vittima della pandemia,  il dott. Filippo Maria  Gambari, direttore del Museo delle Civiltà all’EUR.

Forti i suoi legami con Reggio Emilia: dal dicembre 2010 al febbraio 2014 ha ricoperto il ruolo di soprintendente per i Beni Archeologici dell’Emilia-Romagna.

Ha fatto attivamente parte – con qualificati apporti – del Comitato Promotore e del Comitato Scientifico per le celebrazioni del Bicentenario della nascita di don Gaetano Chierici partecipando alle riunioni presso la sede della Sezione di Reggio Emilia della Deputazione di Storia Patria. E’ intervenuto  al convegno internazionale di studi “Attualità di don Gaetano Chierici: archeologo, museologo e maestro di impegno civile” svoltosi nella nostra città dal 19 al 21 settembre 2019 con un qualificato contributo scientifico, che figurerà negli Atti in corso di pubblicazione. Ha contributi alla mostra “Chierici. Metodo e scienze all’origine degli studi preistorici”.  Dirigeva il “Bullettino di Paletnologia Italiana”, fondato dal reggiano don Gaetano Chierici.

Nato a Milano il 12 novembre 1954, ha fatto esperienze su scavi e cantieri archeologici in molte regioni d’Italia. Si è laureato nel 1977 in Lettere classiche con lode con curriculum paletnologico e tesi in Etruscologia all’Università degli Studi di Milano; ha conseguito, sempre con lode,  il diploma di specializzazione in Archeologia e Storia dell’Arte Antica all’Università degli Studi di Milano (1987), con tesi in Etruscologia ed Archeologia Italica. Vincitore nel 1979 di concorso nazionale specialistico come archeologo con specializzazione in preistoria, ha iniziato una brillante carriera nell’amministrazione dei beni culturali. L’esperienza di funzionario ha unito un’intensissima attività tecnico scientifica ad una consistente pratica amministrativa per la tutela.

Ha sempre seguito con passione e interesse le iniziative archeologiche dei Musei Civici, offrendo anche la propria disponibilità a incontri e conversazioni nelle sale museali.

Indiscussa competenza scientifica, approfonditi studi, ricerche minuziose sul campo hanno costantemente contraddistinto il dott. Gambari, che ha curato numerose mostre e allestimenti museali. Vanta numerosissime e qualificate pubblicazioni scientifiche – oltre 200 titoli – concernenti anche scavi e reperti del territorio reggiano.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento