Anche il Gruppo UniCredit tra i sostenitori del Progetto UniMoRe 2020

Stampa articolo Stampa articolo
 
Sabato il Lotto A verrà consegnato all’Università di Modena e Reggio
 
Anche UniCredit entra nel pool di sostenitori del progetto UniMoRe 2020. L’istituto di credito ha firmato il proprio appoggio al piano di realizzazione del terzo polo universitario reggiano, il cui primo lotto verrà consegnato proprio sabato prossimo.
 
“UniCredit ha accettato con entusiasmo di contribuire alla realizzazione del progetto Reggio Città Universitaria – spiega Claudio Chiosi, Responsabile Area Corporate Reggio Emilia UniCredit -. Abbiamo molto apprezzato l’iniziativa del Vescovo Camisasca, che ha messo a disposizione della comunità il Seminario Vescovile, mantenendone la destinazione a luogo di formazione e di cultura”.
 
Prosegue poi Chiosi: “Grazie all’intesa stretta quindi con il Comune e l’Università, Reggio Emilia avrà una nuova sede universitaria. Attento e vicino al territorio, il nostro Gruppo ha voluto cogliere l’occasione di partecipare a questo progetto, riconoscendone l’evidente rilievo per la collettività reggiana. Un’iniziativa che guarda al futuro e al benessere di tutta la comunità in cui operiamo, investendo sui giovani e sulla loro formazione”.
 
Il progetto prevede la realizzazione di oltre 10mila mq che entro fine anno ospiteranno i primi 1.400 studenti. E proprio sabato verrà consegnato ufficialmente all’Università di Modena e Reggio il Lotto A, che conta 9 mila metri quadrati di aule e uffici e altrettanti di parco e aree verdi. Si tratta di 114 uffici, 14 aule, 74 servizi igienici, oltre 100 posti auto e 200 posti biciclette. La consegna, blindatissima, avverrà alla sola presenza di rappresentanti delle istituzioni locali e regionali in presenza minima, per assecondare le restrizioni in vigore per il Covid-19.
 
“Si tratterà di un passo fondamentale, dopo il quale non sarà il momento di sederci sugli allori, ma di continuare a lavorare per proseguire il lavoro e quindi dare realtà al nostro grande progetto”, conclude Mauro Severi, presidente del Comitato Reggio Città Universitaria.
 
 
Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento