Reggiolo: le parole del Vescovo per la riapertura della Chiesa

Stampa articolo Stampa articolo

Una domenica storica, il 25 ottobre 2020, in cui si compie un arco di tempo che va dalla distruzione alla ricostruzione. In queste parole di monsignor Massimo Camisasca, e nel suo simbolico gesto dell’apertura del portone centrale, si condensa il senso della riconsegna della chiesa parrocchiale di Reggiolo alla sua comunità. Radunata in piccolo numero, ma presente e partecipe nel tempio tornato a splendere di nuova luce, insieme alle autorità locali e al presidente della Regione Stefano Bonaccini, ai sacerdoti che non hanno voluto mancare di fianco al Vescovo, al cerimoniere don Matteo e al parroco don Francesco – da monsignor Nicelli a don Gino Bolognesi, poi don Mario Pini, don Daniele Bassoli, don Andrea Volta, ai parrocchiani che hanno donato rivoli di risparmi per contribuire al restauro e alla messa in sicurezza dell’edificio sacro, rappresentati tutti dal “capobenefattore” Fabio Storchi.

Leggi il testo integrale dell’articolo su La Libertà del 28 ottobre 2020

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento