Francesco d’Assisi, «amore totalitario»

Stampa articolo Stampa articolo

L’omelia del vescovo Massimo per la solennità celebrata a Guastalla

Pubblichiamo l’omelia del vescovo Massimo per la solennità di san Francesco d’Assisi – patrono della Città di Guastalla, della Diocesi e della Nazione italiana – celebrata a Guastalla il 3 ottobre scorso. La seconda parte del testo ricorda l’ultimo vescovo di Guastalla, monsignor Zambarbieri, già presentato ai lettori nell’edizione del 30 settembre. Le foto sono di Fausto Franzosi.

Cari fratelli e sorelle,
la solennità di san Francesco mi porta qui da voi all’inizio di ogni nuovo anno pastorale. È un’occasione felice, non solo per festeggiare assieme il nostro patrono, ma anche per farci ispirare dalla sua figura e per affidare a lui tutti i desideri e i progetti della nostra diocesi per l’anno che inizia.

Leggi il testo integrale dell’omelia di Massimo Camisasca su La Libertà del 14 ottobre 2020

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento