Lettera a don Roberto,«freccia di luce»

Stampa articolo Stampa articolo

“Tu, ti riveli ai piccoli
che fanno di ogni ombra
una freccia di luce” (don Luigi Verdi)

Sai don Roberto, quando ho letto oggi queste parole di don Gigi, ti ho pensato, come faccio in questi giorni dal 15 settembre, data in cui ti sei consegnato all’Amore che servivi.
Mi sono chiesta: ma lui è il piccolo, l’ombra o la freccia di luce?
Sei tutti e tre. E, senza fare retorica, sono così tutte le persone che hai incontrato, aiutato, ascoltato… ma quel Tu all’inizio della frase dà inequivocabilmente, e sappiamo che è vero, l’iniziativa a Dio, sempre.
Lui ti ha voluto, formato, scelto, e si è rivelato a te: ha trovato un terreno così intriso di humus, termine da cui deriva la parola umile, che non ha potuto che assecondarti in un progetto di vita che ti si attagliava perfettamente.
È Vangelo. Il Maestro non ha fatto diversamente, infatti è stato ucciso, come te.

Continua a leggere tutto l’articolo di Fabiana Guerra su La Libertà del 30 settembre 2020

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento