Torna la Borsa del Turismo Fluviale del Po. L’11ª edizione sarà online

Stampa articolo Stampa articolo

Due gli appuntamenti clou: il 19 settembre un workshop commerciale internazionale, il 23 settembre i virtual educational tour per operatori e stampa specializzata

Dal 19 al 23 settembre torna nelle terre del Po, la Borsa di promozione del Turismo Fluviale e del Po che giunge quest’anno alla 11ª edizione e si svolgerà in modalità completamente online.

Si tratta della più importante iniziativa nazionale di promozione e commercializzazione turistica delle terre del Grande Fiume, promossa da Confesercenti Emilia Romagna, Unione dei Comuni Bassa Reggiana, Terre di Po e dei Gonzaga, Camera di Commercio di Reggio Emilia, Apt Servizi Emilia Romagna, Destinazioni Turistiche Emilia e Romagna e con il patrocinio di Enit, Regione Emilia Romagna, Provincia di Reggio Emilia, Comune di Guastala, di Ferrara e di Piacenza e altri comuni e enti coinvolti nell’evento.


L’evento di maggior interesse per gli operatori è il Workshop internazionale B2B che si terrà sabato 19 settembre, su appuntamenti prefissati, per la prima volta completamente online su una piattaforma apposita. Una ventina saranno i Tour Operator che incontreranno gli operatori dell’offerta specializzati in turismo fluviale e provenienti dalle regioni attraversate dall’asta del Po. Arriveranno, oltre che dall’Italia, da Austria, Belgio, Francia, Germania, Olanda, Irlanda, Regno Unito, Scandinavia, Spagna, Svizzera e Russia, specializzati nella commercializzazione, tramite i propri cataloghi e portali turistici, di vacanze “slow” declinate sul tema del cicloturismo, enogastronomia, natura, tradizioni e cultura nei territori bagnati dal fiume Po, dal Piemonte all’Emilia Romagna, passando per la Lombardia e il Veneto.

Altro appuntamento da non perdere e novità dell’edizione 2020 sono i virtual educational tour in programma mercoledì 23 settembre, sempre su piattaforma dedicata. I Tour Operator e la stampa specializzata parteciperanno, in collegamento da remoto, a una giornata destinata alla presentazione delle opportunità turistiche delle terre del Po, alla scoperta del Fiume e delle sue tante risorse turistiche, alle bellezze storico-artistiche, alle proposte di vacanza attiva, alle ricette e ai prodotti del territorio.

“Siamo contenti che venga riproposta la Borsa internazionale del turismo fluviale del Po anche quest’anno, seppur in modalità diverse rispetto al passato – afferma la presidente dell’Unione Bassa Reggiana Camilla Verona – e ringrazio a nome di tutti i comuni rivieraschi coloro che hanno reso possibile l’organizzazione di questo importante appuntamento, soprattutto in questo momento difficile per il settore turistico. Riproporre questa iniziativa significa dare un messaggio di fiducia e di ottimismo. Ci auguriamo che i turisti, anche stranieri, possano tornare presto a visitare le nostre terre, ricche di eccellenze enogastronomiche e paesaggistiche”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento