In via Roma nasce il Giardino in movimento

Stampa articolo Stampa articolo

Un progetto di comunità per promuovere sostenibilità e inclusione

Domenica 13 settembre gli abitanti di via Roma si sono dati appuntamento in piazza Duca degli Abruzzi, proprio vicino alla Gabella, per dare vita a un angolo di verde in città. L’iniziativa è nata da un gruppo di volontari che, con il prezioso contributo di Francesco e Ilaria di “R nel Bosco”, hanno progettato e realizzato un giardino “in movimento”, metafora di come la collaborazione e l’accoglienza delle differenze producano un modo più sano di vivere il quartiere.

La progettazione è iniziata circa un anno fa con la partecipazione al bando europeo Shaping fair Cities. L’idea di ospitare in uno spazio brullo piante provenienti da tutto il mondo – e comunemente ritenute non abbastanza belle o troppo indomabili – è nata dalla volontà di estendere i concetti di inclusione e sostenibilità al mondo vegetale.

Dopo l’aggiudicazione è arrivato il momento di mettersi al lavoro: per selezionare le piante adatte, ma soprattutto per metterle a dimora. Così gli abitanti del quartiere hanno organizzato una giornata in cui chiunque è stato invitato a partecipare in cambio, in puro stile Via Roma, di un pranzo collettivo offerto da Ghirba – biosteria della Gabella. Un momento di condivisione che ha visto anche la partecipazione entusiasta di alcuni passanti, a dimostrazione che se esiste un modo virtuoso di vivere un quartiere complesso, questo si fonda sulla cooperazione e sulla creatività dal basso.

Il giardino sarà anche una delle 12 tappe del “Via Roma Zero – Museo di strada”: dal 26 settembre, tramite la rete wi-fi “ViaRomaZero”, i visitatori di passaggio potranno ascoltare la storia dei luoghi e delle persone che popolano e hanno popolato queste vie, raccontata dalle voci di Max Collini e Mara Redeghieri.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento