Progetto LIFE BARBIE: “Summit sulla gestione e la tutela della risorsa idrica”

Stampa articolo Stampa articolo

“Summit sulla gestione e la tutela della risorsa idrica”: l’incontro nell’ambito del Progetto LIFE BARBIE che si terrà venerdì 11 settembre dalle ore 10 presso la Corte di Giarola (Pontescodogna, Parma).

Venerdì 11 settembre dalle ore 10 presso la Corte di Giarola (Pontescodogna, Parma), sede dei Parchi del Ducato, si svolgerà l’incontro “Summit sulla gestione e la tutela della risorsa idrica” organizzato dall’Autorità di bacino Distrettuale del fiume Po, nell’ambito del Progetto LIFE BARBIE.

Durante l’iniziativa sarà presentata e discussa la dichiarazione d’intenti che sancisce l’impegno delle diverse istituzioni, che hanno in gestione la risorsa idrica, a individuare obiettivi e possibili azioni funzionali alla conservazione delle specie di barbo comune (Barbus plebejus) e barbo canino (Barbus Meridionalis) e, quindi, dell’ittiofauna autoctona. In questa fase di condivisione il documento potrà essere modificato per arrivare, al termine della Tavola Rotonda, alla firma di tutti gli enti interessati.

Oltre l’Autorità di bacino distrettuale del fiume Po, sono chiamati a sottoscrivere la dichiarazione l’Agenzia Interregionale per il fiume Po (AIPo), la Regione Emilia-Romagna l’Università degli studi di Parma, il Consorzio di Bonifica dell’Emilia Centrale, il Consorzio della Bonifica Parmense, il Consorzio di Bonifica di Piacenza, l’Ente Tutela e Gestione Biodiversità – Emilia occidentale – Parchi del Ducato, l’Ente Tutela e Gestione Biodiversità – Emilia centrale.

Con la dichiarazione d’intenti i soggetti firmatari sostengono la necessità di costituire un tavolo tecnico di consultazione finalizzato a mitigare gli effetti che l’utilizzo della risorsa idrica e gli interventi in alveo possono avere sull’ittiofauna. Una gestione più sostenibile della risorsa idrica dei corsi d’acqua interessati dal progetto comporta, prima di tutto, una sinergia tra soggetti pubblici e privati. Entrambi sono chiamati a mantenere, negli ambiti territoriali di interesse, un regime idrologico tale da non compromettere gli interventi effettuati durante il Life BARBIE e alla salvaguardia delle specie ittiche a rischio.

Si cercherà di tenere conto degli effetti che le modifiche di portata hanno sugli habitat naturali e di valutare la possibilità di utilizzare i canali di bonifica e irrigazione per facilitare la mobilità dell’ittiofauna. Nei periodi di scarsità idrica, inoltre, si potranno promuovere azioni strutturate e coordinate, anche con le associazioni di volontariato, per il recupero dell’ittiofauna e il suo rilascio nei tratti più idonei.

Non ultimo, il tavolo di coordinamento sarà chiamato a svolgere attività di comunicazione e divulgazione, coinvolgendo in particolare i portatori di interesse locali e le associazioni di categoria, anche al fine di raggiungere quella sinergia tra soggetti pubblici e privati che rende efficaci e durature le azioni intraprese.

Il convegno, così come il rinfresco organizzato per i partecipanti, sarà organizzato nel rispetto delle norme anti-COVID.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento