Monsignor Luciano Monari vescovo da 25 anni

Stampa articolo Stampa articolo

Venticinque anni or sono, il 2 settembre 1995, don Luciano Monari riceveva la consacrazione episcopale; la celebrazione eucaristica si svolse nel palazzetto dello sport gremito di fedeli, amici e confratelli.

Consacranti furono il cardinale Camillo Ruini e i vescovi Giovanni Paolo Gibertini e Gilberto Baroni.

Nato a Sassuolo, provincia di Modena e diocesi di Reggio Emilia – Guastalla, il 28 marzo 1942 – il padre Moisè Arturo era meccanico e la mamma Giuliana Ruini casalinga – ha frequentato il liceo classico “Muratori” a Modena negli anni 1955-1960; la sua formazione spirituale si è svolta nell’oratorio sassolese “Don Bosco”. Conseguita la maturità ha iniziato gli studi teologici nel Seminario di Reggio Emilia; poi ha proseguito gli studi a Roma presso la Pontificia Università Gregoriana, dove ha frequentato i corsi di Teologia e Sacra Scrittura.

E’ sacerdote da 55 anni: è stato infatti ordinato presbitero il 20 giugno 1965 nella chiesa di San Giorgio in Sassuolo dal vescovo Gilberto Baroni.

Il 10 maggio 2015 ha ricordato nella sua Sassuolo il 50° di sacerdozio.

Dopo l’ordinazione, don Monari ha fatto ritorno a Roma dove ha conseguito la licenza in Teologia all’Università Gregoriana e in Sacra Scrittura presso il Pontificio Istituto Biblico.

 

Rientrato in diocesi, si è dedicato in Seminario all’insegnamento di Sacra Scrittura, ma ha tenuto anche corsi di Teologia dogmatica e spirituale; è stato anche docente nello Studio Teologico Accademico Bolognese e nel Seminario Regionale di Bologna. Notevole il suo impegno nell’Azione Cattolica diocesana: nel 1968 viene nominato vice-assistente diocesano e dal 1970 al 1980 è assistente diocesano. Nel 1980 il vescovo Baroni lo ha nominato direttore spirituale del Seminario reggiano. Assai frequentati e apprezzati i corsi di formazione svolti da mons. Monari per i docenti, organizzati dall’UCIIM presso il Centro Giovanni XXIII.

Ha sempre saputo coniugare profondità di pensiero, indiscussa competenza in campo biblico, chiarezza nell’esposizione, afflato pastorale.

A Reggio è stato saggia guida di tanti giovani.

Nel 1995 fu chiamato da papa Giovanni Paolo II alla guida della diocesi di Piacenza-Bobbio.

Il vescovo Luciano è stato membro della Commissione Episcopale della CEI per la dottrina della fede, l’annuncio e la catechesi; nella regione ecclesiastica emiliano-romagnola è stato incaricato dell’Ufficio Catechistico. Il 30 maggio 2005 è stato eletto dalla 54^ assemblea generale della Conferenza Episcopale Italiana vicepresidente per l’Italia del Nord.

Il 19 luglio 2007 è stato nominato da papa Benedetto XVI vescovo di Brescia; ha guidato la diocesi lombarda per dieci anni; nella cattedrale bresciana accolse papa Ratzinger.

Sotto la sua sapiente guida e il suo prezioso insegnamento si sono formati nella diocesi di Reggio Emilia-Guastalla tanti sacerdoti; predicatore ancora molto ricercato per corsi di esercizi spirituali, è autore di numerosi testi di esegesi biblica. Il 3 settembre 2018 è stato ricevuto da papa Francesco.

Giuseppe Adriano Rossi

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento