La Croce verde non abbasserà la guardia

Stampa articolo Stampa articolo

Autorità, volontari, addetti del settore e villaminozzesi hanno festeggiato: Cristina Marchesi, nuovo direttore dell’Ausl, ha esortato a promuovere sempre comportamenti corretti per combattere la pandemia, che pare voler rialzare la testa. L’intervento del sindaco Sassi e delle altre autorità

In tanti hanno reso onore alla Croce verde, in occasione della festa della pubblica assistenza. Fra questi il presidente della Provincia, Giorgio Zanni, l’assessore regionale Alessio Mammi e il consigliere Gabriele Delmonte, e Cristina Marchesi, nuovo direttore generale dell’Ausl, che – come ha sottolineato il sindaco Elio Ivo Sassi – era alla “sua prima uscita ufficiale in montagna”.

“Vi ringrazio per il bel clima di oggi – ha affermato la Marchesi – che è gioioso pur nell’assoluto rispetto delle regole. L’emergenza Covid-19 non si è esaurita e anche nella nostra provincia il numero dei casi è in costante ripresa. Questi sono gli effetti, col ritorno alla ‘normalità’, di comportamenti non sempre corretti, purtroppo. È indispensabile uscire da questa situazione ma se non avremo sempre le giuste condotte, di cui ognuno di noi si deve fare promotore, potremmo arrivare a non raggiungere l’obiettivo”. Ed è ciò che si vuole evitare con tutte le forze, pure con il fondamentale apporto del volontariato, al quale “non dovremo mai smettere di dire grazie – ha rilevato poi il direttore dell’Ausl – perché nel nostro sistema sanitario rappresenta un elemento fondamentale, da me molto sentito anche a livello personale, oltre che professionale, perché sono cresciuta in una famiglia di volontari”.

La manifestazione, alla quale erano presenti diverse altre autorità civili, religiose e militari, e rappresentanti del volontariato locale e provinciale in ambito socio-sanitario, ha inoltre registrato, dopo l’illustrazione dell’attività del sodalizio da parte del portavoce Luca Pigozzi e il saluto del presidente, Renato Montelli, gli interventi di Sassi, Zanni, Mammi e Delmonte, che hanno unanimemente ribadito il ruolo fondamentale del volontariato e ringraziato la Croce verde per il proprio operato, e di Sergio Alboni, responsabile del 118 reggiano.

“Da venticinque anni faccio parte della Croce verde – ha detto tra l’altro il primo cittadino Sassi – e questa organizzazione, con venti dipendenti e duecento volontari, è un collaboratore eccezionale per il nostro Comune e un punto di riferimento per le nostre comunità, distribuite su un territorio vasto e complesso. E’ una realtà che unisce i nostri paesi, giovani e anziani. Ringrazio chi, in qualunque forma e modo, dedica il proprio tempo libero a favore del prossimo, della collettività”.

A nome dell’Amministrazione comunale, il sindaco villaminozzese ha poi diretto la consegna di targhe di ringraziamento alla casa di residenza per anziani, ai servizi sociali e domiciliari comunali, ai medici di base del territorio, al servizio di continuità assistenziale, al comando della stazione dei carabinieri, alla polizia locale dell’Unione montana, alla polizia provinciale e alla stessa Croce verde “per l’impegno profuso con professionalità, grande spirito di sacrificio e spiccato senso del dovere, in una lunga e difficile lotta contro la pandemia del Coronavirus”.

Altre attestazioni sono state assegnate a persone o associazioni che collaborano fattivamente con la pubblica assistenza. Una targa è stata infine conferita alle aziende che hanno contribuito all’acquisto della nuova automedica e, con la stessa motivazione, alla Fondazione Manodori. Il mezzo è stato benedetto da don Alpino Gigli, cui ha fatto seguito il taglio del nastro da parte delle autorità. La festa si è conclusa con un momento conviviale.

  Paolo Lazzaro Capanni

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento