Processione a piedi scalzi nel giorno dell’Assunta

Stampa articolo Stampa articolo

A San Michele de’ Mucchietti( UP Madonna del Carmelo), PROCESSIONE A PIEDI SCALZI nel giorno dell’ASSUNTA (1855 – 2020)

Ebbene sì, nella piena osservanza delle norme di sicurezza e sanitarie previste dalla legge, e nel rispetto per le limitate modalità di svolgimento che ne derivano , con rinnovata fiducia nella materna protezione di Maria e con incrollabile fedeltà al voto fatto dai Sanmichelesi e dal parroco Don Pensieri nel 1855 a Maria Assunta, la Parrocchia di San Michele di Sassuolo annuncia per il 15 agosto prossimo la tradizionale Processione a piedi scalzi e con in mano un cero acceso.

Nata e custodita come autentico momento di penitenza e di preghiera, scevro da distrazioni ludico-commerciali, la celebrazione ha via via attirato paesani ed ex dai luoghi di vacanza e fedeli dal territorio circostante.
In questo tempo del Covid 19 potremmo definirla la preghiera giusta al momento giusto, in piena empatìa con il sentire umano e di fede della umanità sconvolta, impaurita e decimata dalla epidemia di colera che nel 1854/55 strapazzò l’Europa arrivando su una nave dall’India e colpendo in modo particolare anche i ducati estensi di Modena e Reggio.

Nel piccolissimo paese di San Michele il cosiddetto morbo asiatico stava mietendo vittime, quando il 15 agosto i paesani e il parroco organizzarono la prima processione – voto. Dopo una seconda processione i morti si bloccarono a 32.

E lo si attribuì alla miracolosa intercessione della Assunta.Da allora la processione scalza per la strada fu sospesa solo dal 1869 al 1882 per tassativa disposizione governativa , ma la celebrazione avveniva in Chiesa .

Nella locandina diffusa dalla parrocchia le precise indicazioni sullo svolgimento e la raccomandazione di portare la mascherina !

Pubblicato in Archivio

Lascia un commento