Festival Mundus 2020: con il Fabrizio Bosso Spiritual Trio in viaggio tra la grande musica nera

Stampa articolo Stampa articolo

Lunedì 27 luglio alle ore 21.30 ai Chiostri di San Pietro, con il concerto del trombettista italiano insieme ad Alberto Marsico all’organo e ad Alessandro Minetto alla batteria continua la storica manifestazione organizzata da ATER Fondazione. Ingresso 5 euro

Un viaggio musicale pieno di scoperte ed emozioni per gli spettatori, quello che il Fabrizio Bosso Spiritual Trio terrà venerdì prossimo 24 luglio alle ore 21.30 nella splendida cornice dei Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia, nel pieno e assoluto rispetto della normativa di contenimento Covid-19. Sul palco con il notissimo trombettista italiano, anche Alberto Marsico all’organo Hammond e Alessandro Minetto alla batteria.

Biglietto d’ingresso 5.00 euro con prenotazione obbligatoria su www.iteatri.re.it, info 0522.458854 e 0522.458811, mail biglietteria@iteatri.re.it. I biglietti per tutti i concerti di Festival Mundus sono già in vendita su VivaTicket. I posti saranno assegnati in base alle disponibilità consentite, vige l’obbligo per tutti gli spettatori di indossare le mascherine nelle aree comuni. Il personale opererà controlli sull’osservanza delle norme e sull’acquisto dei posti.

L’evento è realizzato in collaborazione con Comune di Reggio Emilia e Fondazione Palazzo Magnani nell’ambito del cartellone estivo Restate2020. In caso di maltempo il concerto sarà annullato.

Lo Spiritual Trio è uno dei progetti più affascinanti di Fabrizio Bosso. Siamo giunti ormai al terzo album e al decennale dall’incontro con l’organista Alberto Marsico e con il batterista Alessandro Minetto, da cui è nata questa formazione che rende omaggio alla Musica Nera, declinata nella sua variante Gospel e Spiritual.
Il primo album del trio, “Spiritual“ (2011), affrontava un repertorio radicato nella tradizione popolare nera (Nobody Knows The Trouble I’ve Seen, Down By The Riverside, When The Saint Go Marchin’ In). In “Purple” (2013), secondo album della formazione, il trio ha invece scelto di esplorare ulteriormente quel mondo alla ricerca di un repertorio – tanto tradizionale che moderno – in cui potersi esprimere al meglio (A Change Is Gonna Come, Wide In The Water, Go Down Moses). Con il terzo album, “Someday”, il passaggio ulteriore è quello di ampliare ulteriormente la ricerca fra brani che, pur non provenendo dalla tradizione spiritual, possano essere reinterpretati in quella chiave e, soprattutto, essere apprezzati nella sonorità ormai inconfondibile del trio (Bridge Over Trouble Water, Lawns, I Wish).
I concerti dello Spiritual Trio attraversano tutto il percorso mantenendo i brani più significativi dei diversi lavori discografici, in un sapiente equilibrio fra tradizione e innovazione, conducendo così gli ascoltatori in un viaggio affascinante e coinvolgente.

Prossimo appuntamento con il Festival Mundus sempre in terra reggiana: martedì 28 luglio nella storica sede del Cortile del Palazzo dei Principi a Correggio alle 21.15 si esibirà la cantante e musicista portoghese Lula Pena (ingresso 10 euro, info telefono 0522 637813, mail info@teatroasioli.it, siti www.teatroasioli.it e www.comune.correggio.re.it)

Per informazioni generali su tutto il Festival Mundus 2020: telefono 334.6748558, mail mundus@ater.emr.it, sito www.ater.emr.it, pagina Fb festivalmundus

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento