Cittadinanza digitale: “Ti racconto la mia storia e divento cittadino digitale”

Stampa articolo Stampa articolo

 

I ragazzi del Chierici impegnati oltre le lezioni per i Programmi operativi nazionali

Realizzare un’attività per acquisire competenze di cittadinanza digitale e divertirsi, creando le proprie storie come racconti per il largo pubblico. Un obiettivo ambizioso, raggiunto oltre le aspettative al liceo Chierici. È quel che hanno realizzato i 13 studenti che, terminate le lezioni, ogni pomeriggio hanno lavorato per il corso Pon: “Competenze di cittadinanza digitale’, in modalità di didattica a distanza, a causa dell’emergenza Covid.

Ecco alcuni esempi: Suzanne ama la fotografia, ha raccolto i suoi scatti nel suo primo sito internet, che crescerà con lei e continuerà a migliorare con nuove foto e pagine. Anche Andrea ha realizzato un bellissimo sito e ha iniziato un Blog dedicato alla fotografia.


Simone ha deciso di realizzare uno spot per un gioco di carte che ha inventato, realizzando le riprese in casa, usando i familiari come attori ed aiutanti: sta pensando di registrare il brevetto e magari finanziarne la produzione, perché a lezione ha imparato che con il crowdfunding si possono realizzare molte idee interessanti.

Letizia ha creato un video che parla delle sue passioni: la ginnastica ritmica, la fotografia e l’architettura, la realizzazione di questo elaborato le ha permesso di riflettere sul suo futuro e sull’importanza del lavoro di gruppo.

Giorgia si è raccontata attraverso dei piani-sequenza che si muovono alla ricerca di oggetti che la descrivono, con un occhio cinematografico e un po’ noir. Anche Noemi ed Erika hanno deciso di raccontarsi attraverso il video, con stili creativi diversi e personali, ma entrambe usando il linguaggio della musica che gioca con il montaggio, sperimentandosi e affezionandosi all’editing audiovisivo con passione e trasporto.

La docente tutor, Valentina Bersiga, spiega: “Ogni ragazzo ha prodotto esercitazioni diverse, approfondendo gli elementi di maggiore interesse e utilità per lui e per il suo ‘progetto di vita’. Per la realizzazione video abbiamo imparato a scrivere il soggetto, il testo per il voice over e la lista delle inquadrature prima di affrontare la tematica del set, dell’illuminazione, usando la luce naturale o le luci domestiche con i set up professional), dell’audio, del fondale, del chroma key, della recitazione e del montaggio.” Per il montaggio sono stati spiegati ed utilizzati programmi gratuiti, utilizzabili su Pc e smartphone, tanto sa sopperire con la ricerca e l’impegno e la creatività alla mancanza del laboratorio scolastico. Bersiga continua: “I ragazzi si sono messi in gioco e abbiamo lavorato insieme condividendo i lavori, utilizzando piattaforme in remoto. Infine, sono state illustrate le potenzialità del. L’Art director Marco Zanichelli ha indirizzato gli studenti verso la realizzazione di un’idea solida per il progetto individuale. Il laboratorio si è concluso con la visione ed il commentato degli elaborati finali degli studenti”.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento