Consorzio 45: approvato il bilancio consuntivo 2019

Stampa articolo Stampa articolo

Eletto il Consiglio di Amministrazione per il mandato 2020-2023: Antonietta Serri è il nuovo presidente

Consorzio 45 ha approvato il bilancio consuntivo 2019, presso la sede dei Chiostri di San Pietro a Reggio Emilia, alla presenza del Consiglio di Amministrazione e della direzione. A causa delle restrizioni imposte dalla pandemia, la platea dei soci ha assistito virtualmente all’assemblea e ha votato regolarmente tramite piattaforma digitale.

Il bilancio si è chiuso con segno positivo, in linea con gli anni precedenti, derivante da un valore complessivo della produzione pari a 15.343.913 euro, con un risultato ante imposte di 13.452 euro ed un utile netto di 3.702 euro.
Il valore della produzione, in aumento di circa 250.000 euro rispetto allo scorso esercizio, si mantiene complessivamente costante ed è il risultato di servizi gestiti e affidati ai soci (13.795.000 euro), promozioni commerciali (317.000 euro), gestione dei Chiostri di San Pietro (220.000 euro) e servizi gestiti direttamente dal Consorzio 45 (126.000 euro).

Sono 55 i servizi gestiti e affidati ai soci, tra cui servizi bibliotecari e gestione dati (51.472 euro), igiene ambientale e cura del verde (1.236.000 euro), servizi socio-assistenziali (6.263.770 euro) e servizi educativi (6.243.659).
Dati complessivamente positivi che testimoniano la capacità del Consorzio di mantenere i servizi in portafoglio e compensare con nuove acquisizioni le attività cessate o assegnate ad altri soggetti.

Fondato nel 1994, il Consorzio oggi riunisce 42 soci ordinari di 11 regioni diverse mantenendo una presenza capillare sul territorio nazionale.
È costituito da 20 cooperative sociali di tipo A, 2 consorzi sociali, 5 sociali di tipo B, 11 cooperative sociali di tipo A/B, 4 non sociali e 7 soci sovventori che operano complessivamente in 15 regioni italiane (Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto).

Le cooperative socie intervengono in campo socio-sanitario, assistenziale, educativo, inserimento lavorativo di persone svantaggiate, ristorazione collettiva, servizi alle imprese, finanziari, di pulizia, servizi ambientali, culturali, turistici e archeologici. Le attività si svolgono per conto di enti pubblici e aziende private.

Con una esperienza di oltre 25 anni di attività, Consorzio 45 si conferma aggregatore di risorse e competenze innovative e si presenta sul mercato dei servizi con un forte orientamento allo sviluppo di nuovi modelli organizzativi, di processi di co-progettazione, co-innovazione e co-investimento, dimostrando la propria capacità di creare valore per i propri associati, non solo in termini di fatturato, ma anche di relazioni e opportunità.

NUOVO CDA E NUOVO PRESIDENTE
Concluso il mandato del Consiglio di Amministrazione in carica nel triennio 2017-2020, presieduto da Katia Cuoghi Costantini, l’Assemblea dei Soci ha provveduto ad eleggere il nuovo CdA composto da 14 consiglieri espressione delle realtà cooperative socie.
Il nuovo CdA, a sua volta, ha nominato Antonietta Serri nuovo presidente di Consorzio 45.
Serri, 53 anni, responsabile dell’Ufficio Progettazione e Comunicazione del Gruppo Coopselios nel quale lavora dal 1988, guiderà il Consorzio 45 nel triennio 2020-2023.

CONSORZIO 45 – CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2020 – 2023
Presidente Antonietta Serri (Cooperativa Sociale Coopselios)
Vicepresidente Elena Bertolini (Cooperativa Sociale Accento)
Consigliere Francesca Benelli (Cooperativa Sociale Il Bettolino)
Consigliere Marco Berlini (Cooperativa Sociale 134)
Consigliere Giovanni Umberto Calabrese (Cooperativa Sociale Coopselios)
Consigliere Raul Cavalli (Cooperativa Sociale Coopselios)
Consigliere Paolo Dalla Bella (Cooperativa Sociale Società Servizi Socio Culturali)
Consigliere Fabio Diana (Consorzio Care-Expert)
Consigliere Maria Luigia Di Blasio (Consorzio Cooperative sociali SGS)
Consigliere Piero Giannattasio (Cooperativa Sociale Lo Stradello)
Consigliere Loretta Losi (Legacoop Emilia Ovest)
Consigliere Gabriele Mecheri (Cooperativa Sociale Betadue)
Consigliere Elena Pisoni (Cooperativa Sociale Ambra)
Consigliere Fabrizio Ramacci (Cooperativa Sociale L’Orto Botanico)

ANTONIETTA SERRI NEO PRESIDENTE – DICHIARAZIONE
“Siamo onorate di essere state chiamate alla guida di questa importante realtà che, grazie al valore delle cooperative e dei consorzi che ne fanno parte, in oltre 25 anni di attività ha costruito una rete di servizi diffusa su tutto il territorio nazionale – ha dichiarato la neo presidente Antonietta Serri affiancata dalla vice presidente Elena Bertolini – la nostra lunga esperienza di cooperatrici sarà orientata al consolidamento e alla crescita di Consorzio 45, lavoreremo quindi per individuare nuove opportunità di sviluppo e implementare i servizi di qualità per enti pubblici e aziende private”.

CONSORZIO 45 – CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE 2017 – 2020 USCENTE
Presidente Katia Cuoghi Costantini (Cooperativa sociale Coopselios)
Vicepresidente Piero Giannattasio (Cooperativa Sociale Lo Stradello)
Consigliere Marco Berlini (Cooperativa Sociale 134)
Consigliere Elena Bertolini (Cooperativa Sociale Solidarietà 90)
Consigliere Gianni Calabrese (Cooperativa Sociale Coopselios)
Consigliere Raul Cavalli (Air Socio Sovventore)
Consigliere Paolo Dalla Bella (Cooperativa Sociale Società Servizi Socio Culturali)
Consigliere Maria Luigia Di Blasio (Consorzio Cooperative sociali SGS)
Consigliere Grazia Faltoni (Cooperativa Sociale Koiné)
Consigliere Annalisa Lusuardi (Cooperativa Sociale Coopselios)
Consigliere Roberto Mainardi (Cooperativa Sociale Ambra)
Consigliere Diego Malmassari (Cooperativa Sociale Camelot)
Consigliere Michele Orioli (Cooperativa Sociale Emc2)
Consigliere Fabrizio Ramacci (Cooperativa Sociale L’Orto Botanico)

PROGETTI PER L’INNOVAZIONE

Lab in Chiostri – Chiostri di San Pietro Reggio Emilia
Nel corso del 2019 il Consorzio 45, tramite le cooperative Betadue e Camelot supportate dal modello gestionale elaborato dalla cooperativa Accento, ha sviluppato un progetto innovativo nel cuore della città di Reggio Emilia, con l’obiettivo di promuovere i valori dell’innovazione sociale, stimolare processi di incubazione, accelerazione, digitalizzazione e ricerca, e favorire lo sviluppo e la diffusione di nuove soluzioni nel settore dei servizi alla persona (welfare, cultura, educazione). Nel corso del 2019 presso i Chiostri sono stati curati oltre 50 eventi culturali, workshop, seminari e corsi formativi che hanno registrato la partecipazione di quasi 5.000 persone. In collaborazione con le cooperative socie del settore educativo, sono stati realizzati atelier e laboratori creativi rivolti a bambini e ragazzi di diverse fasce di età a cui hanno partecipato oltre 300 tra bambini ragazzi e famiglie. Sono stati elaborati inoltre progetti di laboratorio, smart working e co-working e poste le basi per la costruzione di una rete costituita da stakeholder del mondo imprenditoriale, bancario e universitario.

Strategie per l’autonomia attraverso il lavoro – sostegno alle cooperative di tipo B
Le cooperative di tipo B si prendono cura delle persone svantaggiate, occupandosi del loro recupero e reinserimento lavorativo. L’attività è svolta per conto e in collaborazione con i Comuni e Ausl. Il progetto è volto ad implementare e sostenere le attività delle cooperative socie attraverso lo sviluppo di nuove opportunità e reti.

Welfare come te – Consorzio Fiber
La società consortile Fiber è una piattaforma di servizi di welfare aziendale che opera su tutto il territorio nazionale, a cui hanno aderito 13 cooperative sociali e 4 consorzi di cooperative. Il suo obiettivo è favorire condizioni di benessere per lavoratori e caregiver e rafforzare identità, valore e responsabilità sociale delle imprese.

Progetti Pi.Co. – Piani di conciliazione
Il progetto, realizzato in Abruzzo, nel comprensorio dell’Alto Sangro, in provincia de L’Aquila, è volto a favorire gli investimenti a favore della crescita e dell’occupazione. Il suo obiettivo è contrastare la diffusione della povertà sociale delle famiglie attraverso azioni di coinvolgimento del tessuto produttivo locale.

Impronte digitali – Cooperative sociali e Scuole di Reggio Emilia
Il progetto si propone di incrementare la cultura digitale e l’utilizzo integrato delle tecnologie per prevenire e contrastare situazioni di emarginazione sociale e impoverimento di opportunità educative e relazionali. L’iniziativa, volta a generare valore e competenze, coinvolge 4500 famiglie, 200 insegnanti, 100 educatori, psicologi e mediatori culturali e unisce 60 partner tra enti pubblici, scuole, cooperative sociali e associazioni.

#Conciliamo – Cooperative sociali di Reggio Emilia e Mantova
Promosso dal Dipartimento per le Politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei ministri, le proposte progettuali sono dedicate ai temi della conciliazione famiglia-lavoro e promuovono un welfare su misura migliorativo per le famiglie. Tra gli obiettivi specifici, il rilancio demografico, l’incremento dell’occupazione femminile, il riequilibrio dei carichi di lavoro fra uomini e donne, il sostegno alle famiglie con disabilità, la tutela della salute e il contrasto all’abbandono degli anziani.

CONSORZIO 45 – BREVE PROFILO
Il Consorzio Cooperative Sociali Quarantacinque si è costituito nel 1994 su iniziativa di diverse cooperative sociali di Reggio Emilia aderenti a Legacoop. La denominazione del Consorzio fa riferimento all’articolo 45 della Costituzione Italiana, che tutela e promuove la cooperazione.
Le cooperative socie hanno sede in 11 regioni italiane: sono 20 cooperative sociali di tipo A, 2 consorzi sociali, 5 sociali di tipo B, 11 cooperative sociali di tipo A/B, 4 non sociali e 7 soci sovventori.
Complessivamente operano in 15 regioni italiane (Basilicata, Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige, Veneto), mantenendo una presenza capillare sul territorio nazionale.

Le cooperative socie intervengono in campo socio-sanitario, assistenziale, educativo, inserimento lavorativo di persone svantaggiate, ristorazione collettiva, servizi alle imprese, finanziari, di pulizia, servizi ambientali, culturali, turistici e archeologici. Le attività sono svolte per conto di enti pubblici e aziende private.

La mission, definita nell’art. 3, Titolo II, dello Statuto, stabilisce che il Consorzio è retto e disciplinato dai principi della mutualità senza fini di speculazione privata ed ha lo scopo di perseguire l’interesse generale della comunità alla promozione umana e all’integrazione sociale dei cittadini. Si propone di facilitare il conseguimento degli scopi mutualistici dei propri soci favorendone lo sviluppo quantitativo e qualitativo e l’estensione della presenza e della immagine sul territorio nazionale, nonché la presenza di nuove attività di servizio o produttive anche attivando tra i soci stessi forme di collaborazione al fine di ottimizzare le risorse.

Si propone altresì di contribuire allo sviluppo del movimento cooperativo, perciò aderisce alla Lega Nazionale delle Cooperative e Mutue, associazione nazionale di rappresentanza e tutela della cooperazione giuridicamente riconosciuta, e alle sue organizzazioni territoriali e settoriali. Su delibera del Consiglio d’Amministrazione può aderire ad altri organismi economici e sindacali che si propongono iniziative di attività mutualistiche, cooperativistiche, di lavoro o di servizio.

 

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento