Grassano: quasi normale la festa di Sant’Antonio

Stampa articolo Stampa articolo

La festa di sant’Antonio di Padova nel suo santuario a Grassano di San Polo, il 21 giugno, ha dimostrato come pian piano si voglia tornare alla normalità. Sicuramente la paura di contagio permane nell’aria e le norme igeniche e sanitarie che si applicano non ci tolgono quella sensazione di fragilità e di timore nell’uscire da un incubo. La Messa celebrata all’aperto, come d’altra parte è consuetudine da sempre, ha permesso di accogliere oltre un centinaio di fedeli e pellegrini che hanno raggiunto la borgata di Borsea non solo dalle parrocchie limitrofe, ma anche da Reggio e Parma. L’ampio spazio e la strada provinciale chiusa hanno permesso di mantenere le distanze necessarie, osservate anche nella breve processione che è stata modificata proprio per assicurare sia la devozione che la sicurezza. La presenza delle autorità civili e militari ha dato alla mattina la solennità dei tempi “normali”.

Leggi tutto l’articolo di Bogdan Rostkowski su La Libertà del 1° luglio 2020 

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento