Tra storia e agiografia….

Stampa articolo Stampa articolo

Ecco dunque una critica che ci rivolge una gentile lettrice: voi pubblicate sempre profili di personaggi (o anche di eventi) esemplari, immacolati.

Ma possibile che nella vita intera di un uomo o una donna non ci sia una pur piccola macchia, un neo, una caduta di stile o di idealità?

La risposta potrebbe essere sbrigativa: gli autori dei nostri “profili” scrivono ciò che trovano nei documenti.

È chiaro che prevale l’intento di mettere in luce il bene, il “dover essere”, il meglio di un personaggio o di una situazione, tutto ciò che è la sua “luce”, la quale tanto più risalta quanto più emerge dalle ombre che la contrastano.

Insistere sulla luce non vuol dire negare le ombre, ma comporta di documentare e comprendere la lotta che il personaggio ha fatto per emergere da situazioni negative, per combattere tendenze e
tentazioni al “basso”. Che è poi la “conversione”, il cammino di santità, la “milizia” alla quale il Vangelo chiama ogni uomo e ogni donna.

Continua a leggere l’articolo dell’inserto “Memoria Ecclesia” n.51, supplemento del settimanale diocesano La Libertà del 1 luglio 2020

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento