MAT3D premiata nella finale della Call for Innovation di Industrio Ventures

Stampa articolo Stampa articolo

Startup e spin-off delle Università di Modena e Reggio Emilia e di Parma ha ottenuto la menzione speciale per innovatività, solidità e maturità

MAT3D, startup e spin-off delle Università di Modena e Reggio Emilia e di Parma è stata premiata con la menzione speciale per innovatività, solidità e maturità nel corso della finale della Call for Innovation di Industrio Ventures, primo acceleratore hardware d’Italia che investe in startup innovative di prodotto attive in settori di punta dell’economia nazionale.

MAT3D sviluppa e produce materiali innovativi avanzati per la stampa 3D ad alte prestazioni ed ha competenza nell’applicazione della manifattura additiva nei processi industriali.

I sette esperti della giuria digitale che si sono confrontati con le startup, gli spin-off e i progetti di innovazione finalisti sono stati Alberto Rocchi, responsabile Divisione Elettronica di Walvoil (Gruppo Interpump) e Presidente Club Meccatronica Unindustria Reggio Emilia; Harald Oberrauch, presidente di Durst e di tba network; Stefano Giacomelli, dg Sinteco e delegato per l’innovazione Confindustria Belluno Dolomiti; Alfredo Maglione, presidente del Gruppo #Optoi, membro Consiglio di presidenza di Confindustria Trento e presidente servizi innovativi e tecnologici dell’associazione; Alfredo Maglione, presidente Gruppo #Optoi, membro Consiglio di presidenza di Confindustria Trento e presidente servizi innovativi e tecnologici dell’associazione; Andrea Basso, advisor fondo Progress Tech Transfer e CTO presso MITO Technology e Fabiano Benedetti, ad beanTech.

MAT3D durante l’emergenza Coronavirus ha aperto un laboratorio temporaneo di prototipazione 3D all’interno del Tecnopolo, nel Parco Innovazione Ex Reggiane, a disposizione del territorio per supportare soluzioni innovative nella gestione di logistica, fornitura e approvvigionamento dovute all’emergenza Covid.

I soci di MAT3D sono Giampaolo Melli, Federica Bondioli, Massimo Messori e Chiara Manicardi, oltre agli atenei UNIMORE e UniPR, Progress Tech Transfer Srl e NextUp srl.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento