Pasqua e meditazioni illustrate

Stampa articolo Stampa articolo

Il Vangelo, le riflessioni di padre Marchesi, i disegni di Elisa Pellacani

Pubblichiamo le riflessioni di padre Francesco Marchesi, già parroco di Sant’Antonio a Reggio, sui vangeli relativi alla terza, quarta e quinta domenica di Pasqua, accompagnandole con i disegni di Elisa Pellacani.

Terza domenica di Pasqua: I DUE DISCEPOLI DI EMMAUS
Anche noi, come i due discepoli, a volte siamo tristi e percorriamo con fatica il cammino della vita, soprattutto quando siamo stati delusi da qualche persona in cui avevamo fiducia, come i due discepoli sono stati delusi da Gesù, e non ci accorgiamo che accanto a noi c’è qualcuno che ci può e ci vuole aiutare. I due discepoli non credono alle donne e agli apostoli che hanno visto il sepolcro vuoto perché non vogliono uscire dal loto atteggiamento pessimistico che li fa stare male ma che è anche comodo. Gesù li ascolta e parla con loro, li illumina con la sua parola, fa loro comprendere il mistero della sua persona di Messia sofferente di cui parlavano le Scritture; li aiuta a superare le loro false attese sul Messia e il loro cuore piano piano si apre alla speranza. Gesù accetta l’invito dei due discepoli, entra in casa loro, siede a mensa e spezza il pane ed essi lo riconoscono e subito, correndo, ritornano a Gerusalemme per dare il grande annuncio agli apostoli: “Il Signore ha camminato con noi, ci ha spiegato le Scritture, lo abbiamo riconosciuto nello spezzare il pane”.

Leggi tutto l’articolo di Francesco Marchesi su La Libertà del 20 maggio 2020

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento