Il Concordato e le modifiche

Stampa articolo Stampa articolo

Molti cattolici si stanno chiedendo oggi se il divieto di celebrare Messe e funerali, di fare processioni o Vie Crucis sia stato e sia legittimo e costituzionalmente corretto. L’art. 7 della Costituzione repubblicana dichiara: Lo Stato e la Chiesa cattolica sono ciascuno nel proprio ordine indipendenti e sovrani. I loro rapporti sono regolati dai Patti Lateranensi.
Nonostante questo, durante la segregazione per il Covid-19 lo Stato è entrato nelle Chiese, ha vietato le celebrazioni religiose e addirittura i funerali. Davvero poteva farlo? O la Chiesa poteva opporsi in nome della stessa Costituzione (art. 7 e 30) e dei Patti Lateranensi?

Continua a leggere tutto l’articolo di Paola Mescoli su La Libertà del 13 maggio 2020 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento