COVID 19, pasti, bevande, creme e tanto altro in dono agli operatori e ai volontari durante l’emergenza

Stampa articolo Stampa articolo

COVID 19, giungono ancora numerosissime donazioni in alimenti, bevande, dolci, servizi e oggetti vari rivolte a medici, infermieri, operatori e volontari degli ospedali della provincia e dei servizi dell’Ausl IRCCS di Reggio Emilia.

Fattorie Canossa srl di Giancarlo Cavazzoni ha donato in dieci giorni un totale di 250 pasti agli operatori della Rianimazione del Santa Maria Nuova. La Ditta Italpizza s.p.a di Modena ha donato 1932 stampi di pizza surgelata delle dimensioni 20 per 30 cm che sono stati distribuiti agli operatori nei vari reparti dell’Arcispedale di Reggio Emilia. La Ditta Triglia s.r.l. di Cervarezza Terme ha donato100 chilogrammi di tortelli per chi lavora negli ospedali di Reggio Emilia, Scandiano, Castelnovo Monti e Montecchio. L’Associazione Casina dei Bimbi ha offerto 16 uova di cioccolato alla Pediatria; il gruppo Argenta ha donato 7mila 800 cialde caffè. l Love My Kitchen ha portato prodotti digastronomia e patatine fritte; il bar Rita del Santa Maria Nuova ha donato ai dipendenti della Pediatria dell’Arcispedale 53 uova di cioccolato. E restando in tema di dolci Catellani group ha donato 13 scatole di confetti al cioccolato per il personale del Comparto operatorio.

1000 bottiglie di vino Spumante Rosé o Rosso per dire 1000 volte grazie sono state donate dalla cantina LusvardiWine agli operatori dei reparti COVID del Santa Maria Nuova e dell’ospedale Civile di Guastalla. Ne hanno ricevuto una ciascuno tutti gli addetti di Pronto Soccorso, Pneumologia, Infettivi, Ex DH, Lungodegenza, Geriatria, Medicina II, Medicina III, Rianimazione, Rianimazione CORE, High Care, Orto/Chirurgia COVID dell’Arcispedale e il reparto COVID di Guastalla. Ogni bottiglia è stata accompagnata da un biglietto di ringraziamento con pensieri e parole emozionanti ideate dagli studenti del liceo “Corso” di Correggio. Altro vino in segno di gratitudine è arrivato dall’Azienda agricola “Tenuta La Piccola” che ha regalato 820 bottiglie di vino agli ospedali dell’Ausl.

Altri hanno donato generi di conforto e servizi. Alessia Codecasa, Grazia Codeluppi, Patrizia Costi Montecchi della ditta Yves Rocher e alcune clienti hanno donato crema mani e stick per le labbra al reparto di Rianimazione del Santa Maria Nuova. La Ditta Norauto ha regalato servizi di sanificazioneper le auto aziendali.

La Direzione dell’Ausl è grata, insieme ai suoi professionisti, per il sostegno e per l’apprezzamento che tutte queste donazioni rappresentano per coloro che durante questa grave emergenza si sono adoperati e continuano a impegnarsi nell’assistenza in ambito territoriale e ospedaliero.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento