Restrizioni dolorose, modelli validi e non

Stampa articolo Stampa articolo

Ci sono modi e modi di compiere la propria missione di fede. Ritengo che alcuni lavori (se lavori si possono chiamare quelli dei quali andrò a parlare) possano essere compiuti in modi e modi diversi non sempre condivisibili. Mi spiego: i “lavori” di medici, di infermieri, di sacerdoti non possono essere compiuti se non come atto di fede, fede nel giuramento di Ippocrate, fede nella religione cristiana; in tal senso coloro che li compiono possono essere considerati “missionari” nel più alto significato attribuibile a “missione”.

Continua a leggere tutto l’articolo di Graziano Pessina nella pagina dei Lettori su La Libertà del 6 maggio 2020

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento