Fuori fase

Stampa articolo Stampa articolo

Pensare che solo qualche mese fa gongolavo, dopo un 2019 di feste inghiottite da un calendario insensibile, pregustando questo 2020 che sulla carta era pieno di ponti: un circoletto rosso contornava sabato 25 aprile, uno doppio avvolgeva venerdì 1 maggio, ma brillava di giallo evidenziatore anche il fascinoso martedì 2 giugno.
Ogni tanto, sfogliando le pagine, mi fermavo a viaggiare con la mente fantasticando sulle possibili destinazioni. Ecco, dopo due mesi e mezzo di confinamento tra le pareti domestiche sono allo stesso punto: cioè viaggio ancora solo con la mente.

Continua a leggere l’articolo di Edoardo Tincani nella rubrica “Diario di casa mia” su La Libertà del 6 maggio 2020 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento