Collaborazione e intenso lavoro alla Mensa diocesana

Stampa articolo Stampa articolo

Il dono della SMEG alla Mensa del Povero è operativo nei locali gestiti dalla Caritas

Smeg, l’azienda italiana produttrice di elettrodomestici di design con sede a Guastalla, ha voluto regalare un forno alla Mensa del Povero in Vescovado. “Si tratta di un meraviglioso elettrodomestico industriale – spiega la presidente della Mensa Mariachiara Visconti Gramoli – che consente di riscaldare in modo rapido e simultaneo più di 150 porzioni”. Poiché, in questo periodo, la Mensa del Vescovo è confluita, insieme a quella dei Cappuccini, nel servizio unitario di distribuzione pasti attivo negli ampi locali della Caritas in via Adua a Reggio Emilia, la presidente, una volta ricevuto il nuovissimo forno Smeg, lo ha immediatamente “girato” alla Mensa gestita dalla Caritas.

“Le nostre Mense lavorano strettamente unite – afferma il diacono Isacco Rinaldi, direttore della Caritas diocesana – e  così, ogni giorno, oltre 400 pasti sono assicurati alle persone che non possono cucinare nelle proprie abitazioni  perché  prive  di  utenze domestiche e a tutti coloro che non hanno una fissa dimora. Inoltre, centinaia di ‘pacchi alimentari’ vengono consegnati  regolarmente ai lavoratori precari, alle famiglie disagiate  e agli anziani soli presso il loro domicilio, con numeri raddoppiati rispetto all’inverno scorso”.

Le Caritas parrocchiali stanno intensificando  i loro sforzi giorno dopo giorno, organizzandosi  al meglio delle loro possibilità  e con grande efficienza. Il tutto grazie a molti giovani volontari che si sono resi disponibili, soprattutto effettuando le consegne a domicilio.

Inoltre, nella fase di ripartenza appena iniziata, secondo l’impulso dato dal vescovo Massimo, l’attenzione della Chiesa di Reggio Emilia-Guastalla si concentrerà pure sul mondo del lavoro e in particolare sulle richieste di tante famiglie rimaste in difficoltà, che verranno sostenute anche grazie al “Fondo San Carlo Borromeo” attivato dalla Diocesi.

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento