Le erbe della Salute

Stampa articolo Stampa articolo

“Il tuo cibo sia la tua medicina”: così scriveva Ippocrate, che lasciò ai suoi seguaci una lista di 400 erbe (aromatiche e non) nel IV secolo avanti Cristo. Conosciute fin dai tempi antichi, le erbe aromatiche venivano utilizzate per le loro proprietà terapeutiche, per le loro caratteristiche chimico-fisiche, per le credenze religiose & spirituali a cui venivano associate e, non da ultimo, per le proprietà afrodisiache. La Melissa (le cui foglie & fiori profumano di limone) rientrava già nell’editto di Carlo Magno dell’anno 812 d.C., dove si ordinava la coltivazione nei giardini erboristici, mentre nel Medioevo si proibì la coltivazione all’interno dei monasteri, della Santoreggia (o Erba acciuga, per via del gusto lievemente pungente!) perché si credeva, se cucinata, che potesse indurre nel peccato i monaci.

Continua a leggere l’articolo di Stefano Pagano nella rubrica “Il Giardino dell’Eden” su La Libertà del 29 aprile 2020 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento