“L’arte fa bene”: artisti reggiani per l’emergenza Coronavirus

Stampa articolo Stampa articolo

Raccolta fondi per l’Azienda USL di Reggio Emilia 

Prosegue fino al 3 maggio 2020 la raccolta fondi “L’arte fa bene”, lanciata da un gruppo di artisti reggiani per sostenere con le loro opere gli Ospedali di Reggio Emilia e provincia nella lotta al Covid-19. Ad oggi, sono 11 le opere opzionate, per un totale di 2.100 Euro donati all’Azienda USL di Reggio Emilia. Ai promotori si sono inoltre, aggiunti, tanti altri artisti (non solo reggiani), portando il numero delle opere disponibili da 12 a 51.

Oscar Piovosi

“L’arte fa bene” nasce dalla convinzione che l’arte sia una componente essenziale della nostra società, in grado di aiutare le persone anche in tempi di crisi, donando bellezza, forza e speranza.
Come tutti, anche gli artisti sono colpiti dal lockdown dovuto al Coronavirus, in quanto tutte le mostre, le fiere e le attività culturali sono al momento sospese. La preoccupazione per il futuro è forte, ma soltanto rimanendo uniti e sostenendo le persone che, con grande altruismo, stanno lavorando per la salute della collettività, sarà possibile uscire a testa alta da questo momento difficile.

Giulio Montecchi

La raccolta fondi è stata anche l’occasione per gli artisti per confrontarsi sul modo in cui stanno affrontando questo periodo di isolamento, sul dopo crisi, sulla propria ricerca e sul ruolo della cultura, illustrando attraverso video-interviste pubblicate sui social l’opera donata e il suo significato.
Come è possibile partecipare? Tutte le opere disponibili, complete delle necessarie informazioni, compresa la quotazione economica, sono pubblicate su Facebook (https://bit.ly/lartefabene_paginaFB / https://bit.ly/lartefabene_eventoFB) e su Instagram (www.instagram.com/lartefabene).

Per entrare in possesso dell’opera è sufficiente effettuare una donazione di pari importo all’Azienda USL di Reggio Emilia (Iban IT34Y0306902477100000046052, BIC: BCITITMM, causale emergenza COVID 19, www.asmn.re.it/ausl-irccs-reggio-emilia-donazioni-covid-19) e presentare la ricevuta del versamento agli organizzatori (tel. +49 173 375 62 64, schultebunert@web.de) o agli artisti stessi, tutti presenti personalmente su Facebook e Instagram.

Le pagine Facebook e Instagram saranno periodicamente aggiornate con nuove opere e nuovi artisti che decideranno di aderire al progetto. Tutti coloro che vogliono fare del bene alla comunità sono invitati a partecipare!
Il gruppo degli artisti promotori è composto da Anna Baldi, Alessandro Bartoli, Laura Cadelo, Simone Ferrarini, Marcello Grassi, Fosco Grisendi, Paolo Hyena Lasagni, Andrea Paganini, Laura Sassi, Kai-Uwe Schulte-Bunert, Paolo Simonazzi e Riccardo Varini.
Hanno aderito con generosità all’iniziativa: Andrea Amadasi, Fabrizio Artoni, Corrado Askerz, Barbara Baldi, Carla Battaglia, Anna Belloni, Chiara Berta, Giorgia Bonfante, Fabio Boni, Mariagiulia Bonini, Laura Cadelo, Marco Cagnolati, Massimiliano Camellini, Giorgio Cangiano, Maria Vittoria Casalini, Marco Catellani, Massimiliano Corrieri, Cesare Di Liborio, Taryn Ferrentino, Fabrizio Fontanelli, Ermanno Foroni, Giada Gallo, Luca Gilli, Sara Grassetti, Rainer Jacob, Beate Koehne, Paolo Hyena Lasagni, Elisabetta Manghi, Luigi Menozzi, Elisa Minari, Franco Monari, Marco Montanari, Giulio Montecchi, Roberta Notari, Carmen Panciroli, Oscar Piovosi, Maria Valli, Riccardo Varini, Enzo Zanni, Alessandra Zini.

 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento