Csi Reggio partecipa al fondo ‘San Carlo Borromeo’

Stampa articolo Stampa articolo

Su iniziativa dei gruppi arbitrali, anche il comitato reggiano ha deciso – nonostante la difficoltà del momento – di devolvere un contributo al fondo per la povertà voluto dal vescovo Camisasca

Il consiglio provinciale del Centro Sportivo reggiano ha approvato la decisione di prendere parte attiva nel sostenere chi, in questo momento di emergenza sanitaria nazionale, sta affrontando una situazione di povertà. Lo farà tramite il fondo ‘San Carlo Borromeo’, istituito dalla nostra Diocesi per volere del vescovo Massimo Camisasca.

«Tutti i gruppi arbitri di calcio, calcio a 5, pallavolo e pallacanestro hanno espresso la loro volontà di devolvere parte delle loro diarie arbitrali a un fondo di beneficenza – ha spiegato Daniele Franzoni, responsabile area amministrativa Csi Reggio -. Nell’ambito dell’ultimo consiglio provinciale è stato quindi deciso di destinare questo contributo al fondo ‘San Carlo Borromeo’, aggiungendo una parte anche dal nostro comitato». 

Nonostante le difficoltà del periodo, accusate sensibilmente anche dal Centro Sportivo locale, l’attenzione nei confronti dei più bisognosi resta una priorità. Questo a titolo anche di alcune società, che si erano già rivolte al Csi per sapere come potersi rendere utili, in termini economici. La dirigenza ha invitato tutte le associazioni sportive a valutare questa possibilità: per chi fosse interessato o volesse ricevere maggiori informazioni, può contattare l’amministrazione Csi via mail (amministrazione@csire.it).

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento