Aromatiche, che passione!

Stampa articolo Stampa articolo

Le erbe aromatiche si usano per insaporire una grande quantità di ricette, per preparare salse, sughi e tisane, e anche come rimedi per piccoli problemimi di salute. Le proprietà benefiche delle principali piante officinali sono conosciute e sfruttate da migliaia di anni per curare malattie, lenire il dolore, decongestionare e sfiammare… ma di questo ne riparleremo nella prossima puntata del 29 aprile! I primi a dedicarsi alla coltivazione dei “semplici” (vegetali non rielaborati dall’uomo) furono nel Medioevo i monaci Benedettini che sperimentarono tecniche pionieristiche di coltivazione, di regimentazione delle acque e (sulla loro pelle!) le virtù delle erbe medicinali.

Oggi sono molti quelli che sognano di coltivare da sé aromi… ma temono di non avere tempo, spazio ed energia per farlo! In verità, le aromatiche richiedono meno impegno di quanto possiate immaginare, rispetto a un orto completo: crescono infatti, benissimo anche in vaso, hanno richieste ridotte di fertilizzanti, acqua e si adattano senza problemi alle cure che offrirete loro nei vostri ritagli di tempo.

Il segreto è tenere bene a mente cinque semplicissime regole agronomiche di base che ne garantiscono riuscita & durata: esposizione soleggiata, terreno ben drenante, concimazione non eccessiva, corretta distanza di piantumazione (ovviamente, in piena terra!), irrigazione modesta.
Vediamole subito nel dettaglio.

Leggi tutto l’articolo di Stefano Pagano nella rubrica Il Giardino dell’Eden su La Libertà del 15 aprile 2020 

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento