CSI area tecnica: ipotesi sul futuro

Stampa articolo Stampa articolo

Due scenari: ripresa attività a fine maggio o in settembre; si valuterà in questi giorni 

Nella serata di lunedì 6 aprile si è tenuto in video conferenza l’incontro dell’area tecnica CSI Reggio. Tredici commissari tecnici di varie discipline sportive si sono confrontati, insieme al responsabile area tecnica CSI Giovanni Codazzi, in merito alla situazione attuale e le sue eventuali evoluzioni.

“Abbiamo di fronte a noi sostanzialmente due scenari – spiega Codazzi –. Il primo vede ripartire le attività sportive nella seconda parte di maggio, un’opzione che io ritengo abbastanza utopica e su cui comunque faremo valutazioni più puntuali dopo Pasqua”. Il secondo, già più verosimile secondo il responsabile, è la ripresa di tutto a settembre prossimo. “Il che – aggiunge – significherebbe anche capire come poter chiudere i campionati per gli adulti, in termini di retrocessioni ed eventuali cambi di categoria”.

Nello stato di emergenza in cui ci troviamo, le valutazioni sul presente non possono né devono togliere spazio a quelle sul futuro prossimo.
“Anzi – dice ancora Giovanni Codazzi – tutte le commissioni sono state invitate a lavorare già da ora sulle proposte per l’annata 2020/21: adesso il tempo per pensarci, volenti o nolenti, c’è. È bene dare importanza a questo momento, farlo fruttare per proporre attività nuove e fresche nella prossima stagione sportiva. Quando sicuramente, almeno all’inizio, non ci sarà più la scioltezza di prima e sarà importante reagire anche a livello psicologico”.

Leggi tutto l’articolo su La Libertà del 15 aprile 2020 

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento