In memoria del vescovo Paolo

Stampa articolo Stampa articolo

lIl 13 aprile ha concluso la sua vita terrena il Vescovo Paolo a 98 anni di età (un mese in meno non fa differenza). Una vita lunga che devo ricordare in benedizione come fu benedetta la vita di Giobbe morto “ricco di anni”. Il vescovo Paolo muore ricco anche di tante buone opere che ha compiuto con la carica umana, spirituale e sapienziale che fin da giovane lo ha guidato. Con il fratello entrò nell’ordine Benedettino; e di San Benedetto, come monaco, portò sempre le caratteristiche con tanta convinzione, trasparenza e ricchezza.

Abbiamo appreso della sua nomina a Vescovo di Reggio il giorno 11 di luglio perché aveva chiesto di pubblicarla nella Memoria di San Benedetto. Mesi dopo, anche se vescovo, lo ricordiamo in ginocchio, in abito monastico, rinnovare la sua professione nella Abazia di Parma che lo aveva avuto come Abate.

Continua a leggere tutto l’articolo di Francesco Marmiroli su La Libertà del 15 aprile 2020

Pubblicato in Articoli, Vita diocesana

Lascia un commento