Le parole del Vescovo per la Messa Crismale

Stampa articolo Stampa articolo

La Messa Crismale non ha potuto quest’anno essere celebrata per i noti motivi. Monsignor Camisasca aveva preparato gli appunti per l’omelia da pronunciare in tale occasione (si vedano le immagini), che abbiamo trascritto e proponiamo di seguito.

Carissimi fratelli nel sacerdozio ordinato, l’olio e l’unzione sono al centro di questa liturgia del Giovedì Santo, il grande portale che ci introduce al Triduo Pasquale, ai tre giorni in cui si raccolgono i più importanti avvenimenti per la nostra vita personale, per quella della Chiesa e del mondo. Per poter vivere con il popolo che ci è affidato i misteri della morte e risurrezione di Cristo, siamo chiamati prima a riscoprire le fondamenta perenni del nostro ministero sacerdotale rinnovando la solenne promessa pronunziata davanti a Dio il giorno della nostra ordinazione, siamo chiamati a riconoscere nei presbiteri della nostra Chiesa i nostri primi fratelli e nel vescovo il Pastore che, sull’esempio di Cristo e poggiando unicamente sulla sua grazia, è chiamato a dare la sua vita per l’unità e la fecondità missionaria dei suoi fedeli.

Leggi il testo integrale dell’omelia su La Libertà del 15 aprile 2020 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento