La reggiana MAT3D tra le quattro startup più innovative al mondo nella stampa 3D

Stampa articolo Stampa articolo

Importante riconoscimento per lo spin-off degli atenei UNIMORE e UniPR che è stato riconosciuto tra le 4 top soluzioni tra le 236 identificate

StartUs Insights – una delle principali società di scouting tecnologici emergenti e innovativi a livello mondiale – ha selezionato i prodotti della startup reggiana MAT3D come migliore soluzione nell’ambito dei materiali avanzati per la stampa 3D.

Nella motivazione dell’importante valutazione si legge: “Le applicazioni della stereolitografia laser nell’industria 4.0 sono ancora molto al di sotto del suo potenziale. Uno dei motivi principali è la mancanza di materiali che soddisfano gli standard del settore e sono necessari materiali avanzati per colmare questa lacuna. La startup italiana MAT3D progetta e produce nuovi materiali avanzati polimerici compositi con proprietà termomeccaniche e funzionali migliorate per ampliare le applicazioni della manifattura additiva nell’Industria 4.0”.

La giuria del premio ha esaminato 236 startup emergenti che lavorano su applicazioni per Industria 4.0. e manifattura additiva.

MAT3D è stata selezionata come produttrice di materiali avanzati per la stampa 3D, insieme alle altre tre startup produttrici di stampanti 3D: la californiana NEXA3D, Peopoly di Hong Kong e l’austriaca Cubicure.

Nella compagine sociale della realtà reggiana sono presenti quattro soci operativi Giampaolo Melli, Federica Bondioli, Massimo Messori e Chiara Manicardi e i due atenei UNIMORE e UniPR, oltre a NextUp e Progress Tech Transfer, fondo di investimento lanciato da MITO Technology e dedicato alla valorizzazione delle tecnologie nel campo della sostenibilità.

Informazioni: tel. 348/3359566, mail chiara.manicardi@mat3d.it

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento