Coopselios: azioni a favore di lavoratorie famiglie

Stampa articolo Stampa articolo

Una polizza assicurativa, incentivi economici e sostegno a dipendenti e soci e progetti speciali dedicati a bambini, anziani e famiglie per superare l’emergenza

Per far fronte a questo particolare periodo di difficoltà che non ha precedenti, Coopselios ha messo in campo una serie di azioni a tutela della salute e della sicurezza dei suoi oltre 3500 soci e lavoratori.

La cooperativa sociale reggiana, specializzata in servizi alla persona, ha sottoscritto una polizza assicurativa a favore di tutti i dipendenti, i soci speciali e i soci ordinariper tutelarli nei casi di positività a Covid-19, di isolamento domiciliare e in caso di ricovero.

Per aiutare i lavoratori ad affrontare questa situazione di grande complessità con maggiore consapevolezza,Coopseliosha attivato anche un servizio gratuito di supporto psicologico per tutti i lavoratori.Psicologi professionisti esterni alla cooperativa, nella massima riservatezza, sono a disposizione dei lavoratori per colloqui individuali a distanza e per aiutarli a sostenere lo stress emotivo di questo periodo.

La cooperativa ha poi previsto incentivi economici e riconoscimenti per tutti i lavoratoriche continuanocon senso di responsabilità e dedizione al lavoro ad assicurare servizi alle persone più fragili di cui Coopselios si prende cura, perché ognuno di noi può fare la differenza.

Lo stesso obiettivo del Progetto Filo Argento. La Cooperativa si sta prodigando per garantire non solo continuità di cura alle persone fragili residenti nelle strutture, ma anche benessere e serenità a loro e alle loro Famiglie, in questo momento costretti a lunghi periodi di lontananza forzata.

Giovanni Umberto Calabrese, presidente di Coopselios Reggio Emilia

In questa particolare circostanza,Coopselios ha cercato di tessere un filo d’argento che unisce gli operatori delle diverse strutture e gli anziani ai loro familiari, attraverso una trama virtuale il cui risultato è straordinario: gli operatori possono confortarsi, sostenersi e scambiarsi buone pratiche, mentre gli anziani residenti, attraverso foto, video e testimonianze scritte, mantengono quotidianamente il contatto diretto con i loro cari, ai quali indirizzano parole di conforto e di speranza, dimostrando una forza d’animo e un’energia vitale nell’affrontare questa emergenza che è di esempio per tutti noi.

Lo stesso legame che si è cercato di mantenere tra i bambini e le famigliee l’area socio educativa della cooperativa,che vede impegnati circa il 30% del personaletra insegnanti, pedagogisti, atelieristi, ecc. attraverso il Progetto Filo Rosso.

Il Filo Rosso è un’area dedicata del sito web di Coopselios, in cui le famiglie possono trovare video tutorial e narrazioni che aiutano, in modo virtuale, a riprendere il filo della quotidianità interrotta in questo tempo che sembra sospeso.

E’ statoinoltre attivato un servizio gratuito di ascolto, per supportare le famiglie dei bambini che frequentano i servizi educativi: alla mail ilfilorossocheciunisce@coopselios.comrispondono, nella massima riservatezza, pedagogisti e psicologi per aiutare i genitori dal punto di vista educativo ed emotivo a sostenere questo momento difficile.

“Sono molti i ringraziamenti e gli attestati di stima che stiamo ricevendo dalle famiglie dei bambini e dei nostri anziani residenti nelle strutture – ha commentato il presidente di Coopselios Giovanni Umberto Calabrese – insieme supereremo anche questo periodo di difficoltà”.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento