Spunti per la Quaresima che viviamo

Stampa articolo Stampa articolo

In questi giorni di grande prova e di isolamento, mi sono soffermato sulle positività di questo tempo. Positività che attraverso la parola di Dio della liturgia quaresimale possiamo cogliere in abbondanza. La liturgia di questa Quaresima ci offre tramite le letture proposte nelle domeniche diversi spunti. Essi possono servire per vivere e recuperare i fondamenti della nostra vita. Fondamenti che per colpa dei ritmi intensi della nostra quotidianità tante volte ci sfuggono. La liturgia della Parola dell’anno liturgico A ci propone nelle prime due domeniche due brani di Matteo: le tentazioni e la trasfigurazione. Nelle tre domeniche successive troviamo le letture evangeliche secondo Giovanni: la Samaritana, il Cieco nato e il ritorno in vita di Lazzaro. Letture che sono sempre state considerate preziose e utili per la formazione dei catecumeni fin dai primi secoli dell’era cristiana. Ogni giorno nelle nostre case attraverso queste scritture possiamo ritrovare la nostra essenza nella quotidianità. La liturgia della Parola assieme al nostro eremitaggio casalingo (per limitare il contagio del Coronavirus) può essere veramente un basamento per ricostruire una società fraterna e coesa. Indispensabile partire da un lavoro di rivisitazione interiore e personale.

Leggi il testo integrale dell’articolo di Gabriele Spaggiari su La Libertà dell’1 aprile

4

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento