La missione dei battezzati e la custodia del creato

Stampa articolo Stampa articolo

Editoriale del Vescovo per la Giornata missionaria diocesana

É del vescovo Massimo l’editoriale per la Giornata missionaria diocesana del 15 marzo (si veda la locandina con le altre date da ricordare); il testo è tratto dal nuovo libro “Abita la terra e vivi con fede”, edito quest’anno da Piemme Mondadori.

L’ecosistema e l’unica famiglia umana

Perché il tema ecologico si è imposto così fortemente proprio ai nostri tempi? Probabilmente perché mai come nella nostra epoca l’applicazione delle scoperte scientifiche alla tecnologia ha determinato una tale trasformazione dell’ambiente, sia in senso positivo che negativo. Pensiamo soltanto all’immensa quantità di rifiuti e di scorie che il sistema industriale ha prodotto dal secolo passato a oggi. Pensiamo ai rifiuti di plastica, che hanno invaso la terra a partire dagli anni Trenta (la plastica, lo sappiamo, si ottiene dalla lavorazione del petrolio). Pensiamo all’inquinamento atmosferico, che determinerebbe, secondo alcuni, cambiamenti rilevanti nella meteorologia, scioglimento dei ghiacci polari, compromissione della catena alimentare marina e distruzione degli ecosistemi. Tutti questi fenomeni inoltre potrebbero costituire una possibile concausa dell’aumento delle migrazioni.

Le scienze ecologiche contemporanee hanno creato la parola “ecosistema”: essa ci dice che tutte le creature sono interconnesse tra loro, e perciò di ognuna deve essere riconosciuto il valore proprio. “Tutti noi esseri creati abbiamo bisogno gli uni degli altri”(Francesco, Laudato si’, n. 42), scrive il papa.
Tutto ciò ci fa comprendere che l’ecologia è una scienza sociale, che riguarda non soltanto il nostro rapporto con l’ambiente, ma anche la povertà e il degrado che nascono laddove tale rapporto è corrotto. Siamo una sola famiglia umana e abbiamo una responsabilità gli uni per gli altri. Già san Giovanni Paolo II aveva queste preoccupazioni: “I cristiani avvertono che i loro compiti all’interno del creato, i loro doveri nei confronti della natura e del Creatore, sono parte della loro fede”(Giovanni Paolo II, “Messaggio per la Giornata Mondiale della pace 1990”, 1 gennaio 1990, cit. in: Francesco, Laudato si’, n. 64).

Leggi il testo integrale dell’articolo su La Libertà del 4 marzo

 

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento