Reggiolo tra paioli fumanti: ecco i vincitori del Palio del norcino

Stampa articolo Stampa articolo

Una splendida giornata di sole ha regalato il pubblico delle grandi occasioni alla XXII edizione di “Per non perdere il sapore” e la sfida tra i norcini. 

I mastri macellai provenienti da diverse province si sono incontrati nella rinnovata Piazza Martiri per sfidarsi trai paioli fumanti e conquistare il “Palio del norcino” con il cicciolo più buono. Per mostrare le antiche tecniche di lavorazione del maiale, che ogni anno suscitano grande curiosità tra i visitatori, sono arrivati norcini dalle province di Reggio Emilia, Modena, Mantova e persino Forlì-Cesena. Tra gli 83 norcini in gara c’era infatti anche il signor Mantani di Cesena a cui è andato un grande applauso del pubblico e un premio speciale della giuria.

La gara, suddivisa in due categorie con cottura a legna o cottura a gas, ha visto trionfare nella categoria “Cottura a gas” Andrea Schiatti di Mandrio. Il primo classificato si è anche distinto tra i più giovani in gara nella categoria “under 35”. Il secondo posto è stato conquistato da Mauro Cavazzoli di Campagnola, mentre il terzo da Giordano Vezzali.

I maestri della cottura a legna arrivano da Reggio Emilia, San Bernardino e Campagnola. Quest’anno nella gara si sono distinte due signore. Sul gradino più alto del podio è salita Nicoletta Catapano di Reggio Emilia, arrivata seconda nell’edizione 2019. Secondo posto per Alberto Vacchi di San Bernardino e terzo posto per Ilaria Troni di Campagnola.

I primi classificati delle due categorie hanno conquistato il “Palio del norcino”, titolo da esibire in tutte le gare dell’anno fino alla prossima stagione. Oltre alla tradizionale sfida tra norcini, la domenica reggiolese ha dato spazio all’intrattenimento, alle occasioni di shopping e alle specialità della buona tavola locale proposte dallo stand della Pro loco e dalle attività del centro storico.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento