Concerto «Suite Antique»

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 9 febbraio nuovo appuntamento con la rassegna Phos Hilaron, proposta da Casa Madonna dell’Uliveto e IDML “Don Luigi Guglielmi”. Il concerto, dal titolo “Suite Antique”, prevederà l’esecuzione di brani di compositori quali Pergolesi, Vivaldi, Rutter. Ospiti d’eccezione i musicisti dell’ensemble Borromini (foto 1), riuniti sotto la guida della violinista Barbara Ciannamea (foto 3). Al loro fianco il noto flautista reggiano Giovanni Mareggini (foto 4) e il pianista Corrado Greco (foto 2 – domenica al clavicembalo e maestro concertatore), già ospite della rassegna in diverse occasioni sempre con grande apprezzamento del pubblico.
L’Ensemble Borromini è una compagine svizzera formata da alcuni tra i migliori musicisti della regione insubrica. Coinvolge giovani musicisti di grande talento accanto a musicisti di chiara fama attivi come solisti, come cameristi nonché in qualità di prime parti in orchestre quali quelle della Svizzera italiana e del Teatro alla Scala di Milano.

Tra i brani in programma troviamo La Stravaganza op. 4, una serie di dodici Concerti scritti da Vivaldi tra il 1712 e il 1713 e dedicata al nobile veneziano “Signor Vettor Delfino”. Tutti i concerti sono orchestrati per violino solista, archi e basso continuo, ma alcuni richiedono solisti aggiuntivi (come un secondo violino o violoncello solista); il Concerto in sol maggiore per flauto di Giovanni Battista Pergolesi, in stile galante come molti altri composti tra la seconda metà del diciottesimo secolo e la prima del diciannovesimo; la Suite antica di John Rutter, compositore e direttore soprattutto di musica corale. Divisa in sei movimenti, fu composta nel 1979 per un concerto nel quale era prevista l’esecuzione del quinto Concerto brandeburghese di Bach, cosa che convinse l’autore a usare lo stesso organico. La Suite ha di antico però solo la suggestione, essendo le armonie e la condotta dello strumento solistico prettamente moderne. Un brano di grande successo, per il garbo, la vivacità ritmica e la varietà dei singoli movimenti.

L’invito è quindi per un appuntamento sicuramente coinvolgente, con grandi musicisti e brani d’eccezione. Il concerto inizierà alle ore 18 e avrà luogo come di consueto presso la chiesa Santa Maria dell’Oliveto di Montericco.
L’ingresso è libero, limitato ai posti disponibili.

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento