Da giovani per abitare la politica

Stampa articolo Stampa articolo

A Correggio si rinnova l’esperienza del Circolo intitolato a Giorgio La Pira

Da La Libertà dell’8 gennaio

Il Circolo Giorgio La Pira nasce molti anni fa a Correggio per iniziativa di alcuni giovani con il desiderio di approfondire la loro passione per la politica. L’obbiettivo dell’associazione è promuovere incontri e occasioni di confronto e informazione aperti a tutta la cittadinanza, in particolare ai giovani. Il Circolo è intitolato a Giorgio La Pira, deputato dell’Assemblea Costituente e due volte sindaco di Firenze, in cui 1983 si è aperta la causa di beatificazione.

La politica sembra oggi qualcosa completamente lontano dalle nostre vite. Appare poco credibile ai più e di poco interesse agli altri. Terreno di battaglia e annientamento del nemico, più che di confronto, anche aspro se necessario, con un avversario. Il mondo di oggi ci sembra più frammentato e complesso che mai, e forse lo è, ma la politica in tutto questo dov’è? Dov’è la nostra facoltà di scegliere quale indirizzo dare alla realtà che viviamo e che vediamo? Di fronte al mondo che cambia, alle disuguaglianze che aumentano, agli ultimi che sono sempre più ultimi, dove i muri s’innalzano, dividono e il futuro diventa sempre più incerto, there is an alternative? O dobbiamo rassegnarci al fatto che non ce ne siano? Non sappiamo quali siano le ricette, ma crediamo che un ritorno alla politica sia doveroso.

Politica intesa come tornare innanzitutto ad impegno civile, tornare ad occuparsi e ad appassionarsi di ciò che ci circonda e che vediamo, aderendo pienamente alla realtà, senza farci illusioni ma con la consapevolezza che qualcosa si può e si deve sognare. Non possiamo perciò che partire dalla base di tutto questo, ovvero l’ascolto e il dialogo. È quello che abbiamo provato a fare quest’anno nel nostro piccolo come Circolo, organizzando un incontro dal titolo “Sperare l’insperabile” con Mediterranea e don Mattia Ferrari, per parlare di quello che è diventato oggi il Mediterraneo, una realtà di morte, sofferenza e speranza; e di recente con Graziano Delrio, in un incontro aperto ai giovani su cosa significhi oggi fare politica.

Nei prossimi mesi porteremo a Correggio uno spettacolo teatrale in occasione dell’anniversario della caduta del muro di Berlino di cui ricorrono i trent’anni. La politica da qualche parte abita, noi vogliamo trovarla, capirla e metterla in pratica. Noi del Circolo Giorgio La Pira auspichiamo che possa essere un tornare ad abitare la politica, le nostre comunità, la nostra realtà, per cambiarla, in meglio.

Michele Ferrari

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento