Conferenze intorno alla Madonna di Reggio

Stampa articolo Stampa articolo

Si comincia domenica pomeriggio, nell’ambito della mostra in corso a Palazzo dei Musei

La mostra “Da Guercino a Boulanger. La Madonna di Reggio. Diffusione di un’immagine miracolosa”, in corso a Palazzo dei Musei di Reggio Emilia fino all’8 marzo 2020 a cura di Angelo Mazza, indaga attraverso la selezione di alcune opere significative la diffusione dell’iconografia reggiana della Madonna della Ghiara durante la prima metà del XVII secolo.

Le opere in mostra consentono di verificare significative varianti iconografiche: alla Madonna in preghiera, con le mani giunte e la testa di profilo, e il Bambino separato e posto a sedere che la guarda con affetto aprendo le braccia (soggetto esclusivo dei dipinti di Ludovico Lana, di Francesco Borgani e di Ippolito Scarsella detto lo Scarsellino), si aggiungono di volta in volta i santi dell’ordine dei Servi di Maria (pala di Forlì), il santo cui la chiesa ospitante è dedicata o il santo protettore del committente (pala di Lanfranco già a Piacenza), fino al ritratto dello stesso donatore posto “in abisso” (pala del Guercino a Cento).

Una mappa, posta a corredo dell’esposizione, permette di visualizzare la distribuzione geografica delle principali opere dedicate alla Madanna della Ghiara, tra le oltre 70 censite in tutta Italia nel XVII secolo.
L’allestimento espositivo comprende la “sala dei miracoli”, dove viene esposto il disegno realizzato nel 1569 da Lelio Orsi e da cui prende origine la singolare iconografia della Madonna della Ghiara in adorazione del bambino. Nella sala è esposta anche una selezione di 16 testimonianze di persone miracolate che furono utilizzate come documentazione per il processo canonico di riconoscimento della miracolosità dell’immagine, avvenuto nel 1597. Questi 16 documenti costituiscono una piccola parte dei 166 miracoli registrati tra il 1596 e il 1598 e dei complessivi 234 attribuiti alla Madonna di Reggio.

Nell’ambito della mostra saranno organizzate una serie di conferenze a ingresso gratuito che approfondiranno, contestualmente all’esposizione, i canali e le modalità della diffusione del culto e dell’iconografia della Madonna della Ghiara curate da significativi studiosi coinvolti nella stesura dei saggi che compongono il catalogo di mostra.

Di seguito il calendario delle conferenze a Palazzo dei Musei, a Reggio.
Domenica 12 gennaio, ore 16
Una immagine, un miracolo civico e un culto. La Madonna di Reggio nell’età barocca
con Daniele Menozzi e Carlo Baja Guarienti.
Domenica 26 gennaio, ore 16
Modena, la chiesa del Voto, Ludovico Lana.
La Madonna della Ghiara e la peste del 1630
con Grazia Biondi e Angelo Mazza.
Domenica 9 febbraio, ore 16
La Madonna di Reggio esce da Reggio. Il culto a Ferrara e a Piacenza nella prima metà del Seicento con Giovanni Sassu, Federica Dallasta, Federico Ragni.
Domenica 23 febbraio, ore 16
Tra devozione e politica. Porporati e notabili della corte estense e la diffusione del culto della Madonna di Reggio: gli emblematici casi di Villa d’Este e delle Marche con Luca Silingardi e Maria Montanari.

Pubblicato in Articoli, Slide, Società & Cultura

Lascia un commento