L’ Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia presenta: “Tributo di Toga. Le vittime nell’Avvocatura dal 1948 al 2018”

Stampa articolo Stampa articolo

Si tiene oggi l’evento durante il quale vi sarà l’incontro con i famigliari, la presentazione di un libro dedicato alle vittime e l’inaugurazione della mostra dedicata a Fulvio Croce.

Trentotto avvocati, rimasti vittime nell’esercizio della loro funzione, nel periodo compreso tra il 1948 e il 2018, saranno ricordati nel corso dell’evento “Tributo di Toga. Le vittime nell’Avvocatura 1948-2018” che si terrà lunedì 25 novembre, dalle ore 15.00 alle ore 19.00, presso l’Aula 5 del Tribunale di Reggio Emilia, dove sarà inaugurata ufficialmente, alla presenza del sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, anche la mostra fotografica itinerante dedicata a “Fulvio Croce: un avvocato tra dovere e giustizia” alla presenza dell’avv. Alessandro Re, consigliere della Fondazione Fulvio Croce di Torino.

Da Lorenzo Alberto Claris Appiani, ucciso in udienza dentro il Tribunale di Milano, a Giorgio Ambrosoli, liquidatore della Banca Privata Italiana, assassinato a Milano nel 1979. Da Piersanti Mattarella, presidente della Regione Sicilia, a Fulvio Croce presidente dell’Ordine degli Avvocati di Torino, a Massimo D’Antona e Marco Biagi, uccisi dalla mafia e dalle Brigate Rosse, fino ad Alberto Musy, ferito a morte da un killer che gli attribuiva la colpa del proprio fallimento e a Francesca Trombino freddata dal marito di una cliente colpevole, a suo dire, della fine del suo matrimonio. Insieme a magistrati, come Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, sono tanti gli avvocati a cui è toccato lo stesso identico sacrificio, per non aver ceduto alle minacce e ai ricatti della malavita organizzata, del terrorismo e che sono morti come in un campo di battaglia.

L’incontro, introdotto dall’avv. Andrea Pontecorvo, dopo i saluti del presidente del Tribunale di  Reggio Emilia, dr.ssa Cristina Beretti, e del procuratore della Repubblica a Reggio Emilia dr. Marco Mescolini, vedrà gli interventi degli avvocati Umberto Ambrosoli, Alberta Brambilla Pisoni, Sara Fusi, Emma Lorena Cappuccio, Antonella Pagliuso, Olga Fabris, famigliari di alcuni degli avvocati che hanno sacrificato la propria vita per difendere il diritto e la legalità. Testimonianze di un sacrificio raccolte anche in un libro, dallo stesso titolo della giornata commemorativa, che sarà presentato nel corso del convegno in una edizione Herald dedicata all’Ordine forense reggiano.

Nella giornata mondiale contro la violenza sulle donne, che ricorre appunto lunedì 25 novembre, sono previsti gli interventi anche degli avvocati Franca Mina e Giovanna Fava. I lavori dell’intera giornata saranno coordinati dall’avv. Celestina Tinelli, presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia.

L’evento, gratuito e aperto al pubblico (previa prenotazione e fino ad esaurimento posti) è  organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Reggio Emilia, in collaborazione con Infocarcere e patrocinato da Fondazione Giustizia di Reggio Emilia. Rientra nel calendario degli eventi formativi dell’Ordine forense reggiano e agli avvocati partecipanti saranno riconosciuti 4 crediti formativi in materia deontologica (iscrizione obbligatoria sul sistema RICONOSCO).

 

Pubblicato in Archivio, Articoli

Lascia un commento