Palazzo dei Musei nuovo appuntamento del ciclo “Anatomia della Meraviglia”

Stampa articolo Stampa articolo

‘Chierici200’ – Domenica 17 novembre a Palazzo dei Musei nuovo appuntamento del ciclo “Anatomia della Meraviglia”: Dario Piombino-Mascali tratterà ‘La splendida vita delle mummie’

Cartesio affermava che “la meraviglia è la prima di tutte le passioni”. La ‘meraviglia’, infatti, è da sempre un magnete di attenzione, considerata fin dall’antichità all’origine della ricerca e della conoscenza, una potente lente di ingrandimento per l’osservazione della realtà che ci circonda. La meraviglia sfida lo stigma e supera tutte le barriere geografiche, anagrafiche, culturali. E oggi si incontrano sempre più studiosi che ne hanno fatto strumento per segnare l’ambito del loro interesse, ricercando tutti gli angoli del bello, dell’insolito e del sorprendente. I Musei civici di Reggio Emilia, nell’abito della rassegna Chierici200, si propongono come fonte di ispirazione e caleidoscopio di meraviglie, di collezioni dall’antico al contemporaneo in cui si rinnova e si ricompone la storia della città e il suo futuro.

Domenica 17 novembre 2019, alle ore 16, a Palazzo dei Musei (via Spallanzani, 1) si svolge il terzo appuntamento di “Anatomia della Meraviglia”, alla scoperta del ‘meraviglioso’, anche quello più nascosto, custodito nei Musei di Reggio Emilia. Per l’occasione Dario Piombino-Mascali, in arrivo direttamente dall’Università di Vilnius (Lituania) tratterà “La splendida vita delle mummie”, un argomento che terrà tutti con il fiato sospeso. Un excursus dal celebre uomo del Similaun alle mummie delle piramidi, dai corpi santi del Medioevo a quelli che riposano nelle cripte di potenti famiglie, disseminate nel vecchio continente, dai resti delle torbiere del Nordeuropa alle “mummie di fuoco” delle Filippine. “La splendida vita delle mummie” è un viaggio nello spazio e nel tempo in compagnia di un antropologo tra i maggiori esperti di mummiologia, una disciplina praticata da oltre due secoli ma ancora sconosciuta ai più. Con lo studioso si ripercorrerà anche la storia di questa interessante scienza della preservazione, senza trascurare alcuni importanti aspetti come i costumi funebri e la diagnosi di condizioni patologiche. L’incontro, ispirato al titolo di un celebre saggio, intreccerà dunque storia, scienza, tradizioni e religiosità popolare in un affascinante e coinvolgente racconto.

Dario Piombino-Mascali (Messina, 1977) è un antropologo specializzato in paleopatologia. Dopo aver insegnato negli atenei di Messina, Cranfield e Tartu, attualmente ricopre il ruolo di ricercatore capo alla Facoltà di medicina dell’Università di Vilnius (Lituania) ed è ospite accademico del Wolfson College di Oxford. Ispettore onorario dei beni culturali della Sicilia, si occupa dello studio bioarcheologico di mummie umane e collabora con le più prestigiose istituzioni nel settore, tra cui i Musei Reiss-Engelhorn, i Musei vaticani, il Museo nazionale delle Filippine e la Collezione anatomica “Paolo Gorini”. È stato recentemente insignito del premio Sgroj e del premio internazionale Colapesce, nonché della cittadinanza onoraria del Comune di Santa Lucia del Mela. Esploratore di National Geographic da oltre un decennio, è perito scientifico per la ricognizione delle reliquie cattoliche e conservatore delle celebri Catacombe dei Cappuccini di Palermo.

L’iniziativa è ad ingresso gratuito e senza obbligo di prenotazione.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento