Julio Velasco ad Albinea per Autori in prestito

Stampa articolo Stampa articolo

 

Un giovedì da campioni per Autori in prestito. Il 7 novembre (ore 21) alla biblioteca di Albinea è in programma un incontro sui generis: Julio Velasco, ex allenatore della nazionale di volley, racconterà al pubblico quali sono i libri, la musica e i film della sua vita.

Nato a La Plata (Argentina) nel 1952, Velasco inizia a fare l’allenatore di pallavolo durante l’università di Filosofia (poi abbandonata per la repressione dei militari golpisti sugli studenti antifascisti). Nel 1983 arriva in Italia dove inizia una carriera straordinaria: a Modena vince quattro scudetti e tre Coppa Italia, e con la Nazionale maschile un argento olimpico, tre ori e un argento agli Europei, e due ori mondiali. Ha allenato anche la Nazionale femminile italiana, altre nazionali e club. Ha terminato la carriera da allenatore e ora è direttore tecnico del settore giovanile della Federazione Italiana Pallavolo.

‘Autori in prestito’ proseguirà fino al 19 dicembre. La rassegna curata all’interno del progetto Mappe Narranti dallo scrittore Paolo Nori e realizzata da Arci Reggio Emilia quest’anno propone ben 24 autori in 20 biblioteche della nostra provincia. In particolare saranno scrittori, attori, musicisti, artisti visivi, giornalisti e anche un importante allenatore di volley, a raccontare i libri, le musiche, i quadri e gli spettacoli teatrali, i film, e quindi le opere, che li hanno convinti a fare il mestiere che fanno. Per circa tre mesi nelle biblioteche della provincia di Reggio non saranno i libri, i dischi o i film a essere presi in prestito, ma i consigli di Alessandro Bergonzoni, Luca Bizzarri, Max Collini, Dario Vergassola, Matteo Codignola e Vivian Lamarque citando i nomi di alcuni dei 24 bibliotecari sui generis coinvolti nella nona edizione di questo progetto. 

Come ogni edizione di Autori in prestito, anche questa nona rassegna sarà caratterizzata da un tema: Rendere visibile il visibile. Un titolo che è un punto di partenza per autori e pubblico per avvicinarsi ai percorsi che saranno di volta in volta proposti. Paolo Nori racconta così quale il tema del 2019.

“In un libro di Giorgio Agamben che si intitola Il fuoco e il racconto – spiega lo scrittore – si legge che l’arte non rende visibile l’invisibile, rende visibile il visibile. In quello stesso libro Agamben consiglia ai librai e a quelli che si occupano di libri di smetterla di «guardare alle infami, sì, infami classifiche dei libri più venduti e – si presume – più letti, e di provare a costruire invece nella mente una classifica dei libri che esigono di essere letti».

 In questa edizione del 2019 di Autori in prestito, che si intitola Rendere visibile il visibile, noi chiediamo ai nostri ospiti, (scrittori, pittori, musicisti, registi) di raccontarci la loro lista di libri che esigono di essere letti (o film, o quadri, o disegni che esigono di essere guardati, o musiche, o suoni, o silenzi che esigono di essere ascoltati), che sono poi i libri, i film, i quadri e le musiche che, quando li hanno incontrati, hanno determinato il fatto che adesso loro fanno il mestiere che fanno”. Il programma completo della rassegna è consultabile dal sito www.autorinprestito.it

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento