L’impegno del Lions Club Albinea per la lotta al diabete

Stampa articolo Stampa articolo

Dal 1980 al 2014, il numero di persone adulte affette da diabete nel mondo si è quasi quadruplicato, passando da 108 a 422 milioni. Questo dato riflette un aumento della frequenza dei fattori di rischio associati, come il sovrappeso e l’obesità. Inoltre, negli ultimi dieci anni, il diabete si è diffuso più velocemente nei Paesi a basso e medio reddito, rispetto a quelli ad alto reddito.

Nel 2007 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, attraverso la Risoluzione A/RES/61/225, ha riconosciuto il 14 novembre come Giornata Mondiale del Diabete. La Risoluzione segnala “l’urgente necessità di proseguire gli sforzi multilaterali al fine di promuovere e migliorare la salute umana, garantendo l’accesso alle cure”; inoltre incoraggia gli Stati Membri a sviluppare politiche nazionali per la prevenzione, il trattamento e la cura del diabete in linea con lo sviluppo sostenibile dei sistemi di assistenza sanitaria nazionali.

Anche il LIONS INTERNATIONAL, la più grande associazione di volontariato mondiale, unica che siede all’ONU, collabora con la Federazione Internazionale del Diabete (IDF) per aumentare la sensibilizzazione all’interno delle nostre comunità riguardo ad una malattia che colpisce una persona su undici e per raggiungere l’ambizioso obiettivo di sottoporre in questo giorno, nel mondo, un milione di persone allo screening per il diabete di tipo 2.

Aderendo quindi a questo  progetto internazionale, giovedì 14 novembre 2019, giornata mondiale contro il Diabete, il Lions Club Albinea “Ludovico Ariosto” organizza alle ore 21.00 nella Sala Civica di Albinea in via Morandi 9, un incontro aperto alla cittadinanza sul diabete, la sua prevenzione e cura, con particolare attenzione alle nuove terapie come l’impiego di cellule staminali nel diabete di tipo I.

I relatori coinvolti sono la dottoressa Valeria Manicardi, diabetologo e coordinatore Gruppo Annali AMD, ed il professor Massimo Dominici, titolare Programma terapie cellule ed immunooncologia di UNIMORE. Modererà la serata il cardiologo dottor Carlo Menozzi.

L’evento che si configura come un vero progetto di comunità ha ottenuto il patrocinio dell’Ordine dei Medici di Reggio Emilia, di UNIMORE, del Comune di Albinea e dell’ Associazione Diabetici di Reggio Emilia, i cui volontari affiancheranno i farmacisti locali per lo screening e le informazioni ai pazienti interessati.

I dati ottenuti dalla screening saranno comunicati nell’ambito della serata e raccolti a livello internazionale dal Lions International e dalla Federazione Internazionale Diabete.

Pubblicato in Articoli, Associazioni

Lascia un commento