Festa di san Carlo e 73° compleanno del nostro Vescovo

Stampa articolo Stampa articolo

Domenica 3 novembre, vigilia di san Carlo Borromeo, il vescovo Massimo presiederà la Messa alle ore 18 nella Concattedrale di Guastalla in rendimento di grazie per il suo 73° compleanno e per il 44° anniversario di sacerdozio (nella foto un momento della celebrazione eurcaristica dell’anno scorso).

Nell’occasione sarà presente il Consiglio della Fraternità dei missionari di San Carlo Borromeo, fondata dallo stesso monsignor Camisasca nel 1985. Alle ore 21, poi, sempre nella Concattedrale guastallese, si terrà il concerto celebrativo promosso dall’Associazione Serassi, di cui parla diffusamente l’articolo riportato a fianco.
Massimo Camisasca nasce a Milano il 3 novembre 1946. Frequenta il liceo Berchet, dove incontra don Luigi Giussani. Nel 1960 aderisce alla comunità di Gioventù Studentesca (poi Comunione e Liberazione).

Nel 1970 si laurea in Filosofia presso l’Università Cattolica di Milano. Dal 1970 al 1978 è Assistente presso la cattedra di Filosofia della Religione, presso la medesima università. Nel 1973 entra nel seminario della Comunità del Paradiso a Bergamo. È ordinato sacerdote il 4 novembre 1975. Dal 1978 al 1991 si occupa di Relazioni Pubbliche tra il movimento ecclesiale di Comunione Liberazione e la Santa Sede. Il 14 settembre 1985 fonda a Roma la Fraternità Sacerdotale dei Missionari di San Carlo Borromeo, della quale è Superiore generale ininterrottamente fino al 2012. Il 29 settembre 2012 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Reggio Emilia–Guastalla. Riceve l’ordinazione episcopale il 7 dicembre dello stesso anno. Prende solennemente possesso della diocesi il 16 dicembre 2012.
Il Centro diocesano per le Comunicazioni sociali e La Libertà formulano al vescovo Massimo i più vividi auguri per la doppia ricorrenza, con affetto e vicinanza spirituale a sostegno del suo ministero della nostra Chiesa.

Pubblicato in Articoli, Slide, Vita diocesana

Lascia un commento