La gestione degli ecosistemi forestali: mitigazione e adattamento al cambiamento climatico e tutela della biodiversità

Stampa articolo Stampa articolo

Lunedì 28 ottobre presso l’Abbazia di Marola (Carpineti – RE) il Parco Nazionale organizza in Workshop su “La gestione degli ecosistemi forestali: mitigazione e adattamento al cambiamento climatico e tutela della biodiversità”

L’incontro viene realizzato nell’ambito del progetto LIFE Eremita in collaborazione con la Regione Emilia Romagna, il Servizio Aree protette, Foreste e sviluppo della montagna della Regione, i Parchi del Ducato, i Parchi dell’Emilia Centrale e il Reparto Carabinieri Forestali Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano. Obiettivi dell’iniziativa sono quelli di fare il punto sullo stato di salute degli habitat forestali alla luce dei cambiamenti climatici, di capirne la loro evoluzione e confrontarsi sulla loro gestione.  

“Chi conosce i boschi dell’Appennino – spiega il direttore del Parco nazionale, Giuseppe Vignali, presentando l’iniziativa – sa che in questi anni sono migliorati molto e questo fatto non è da imputare al solo sviluppo socioeconomico, ma anche al lavoro di molti che si sono prodigati per più di un secolo. Ora questo patrimonio cresciuto grazie all’ impegno di operai, tecnici, forestali, proprietari e amministratori è gravemente minacciato dal cambiamento climatico: se vogliamo salvare il nostro lavoro dobbiamo rinnovare il nostro impegno, cambiare il nostro modo di agire, trovare insieme nuove soluzioni. È per questo che è importante la partecipazione di tutti e per questo il Parco Nazionale si è impegnato a creare diversi momenti di confronto e di partecipazione”.

Ecco il programma:

9.00: Registrazione dei partecipanti e saluti
9.30: Cambiamento climatico e foreste: l’accordo tra Parco Nazionale e Consorzi Forestali per l’adattamento delle foreste al cambiamento climatico e il riconoscimento dei servizi eco sistemici – Giuseppe Vignali, Direttore Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano
10.00: L’evoluzione delle foreste dell’Emilia-Romagna – Fausto Ambrosini, Servizio Aree protette, Foreste e sviluppo della montagna, Regione Emilia-Romagna
10.30: Il suolo forestale come serbatoio di carbonio – Francesca Staffilani, Servizio Geologico, Sismico e dei Suoli Regione Emilia-Romagna
11.00: pausa caffè
11.15: Gli habitat forestali dell’Emilia Romagna – Stefano Bassi, Servizio Aree protette, Foreste e sviluppo della montagna, Regione Emilia-Romagna
11.45: interventi su prenotazione (max 5 minuti ad intervento)
12.15: Discussione aperta
13.00: Pausa pranzo
14.30: L’approccio del progetto LIFE EREMITA alla conservazione e gestione delle foreste dell’Emilia Romagna – Monica Palazzini, Responsabile Progetto LIFE EREMITA Regione Emilia-Romagna
15.00: L’interpretazione dei risultati delle indagini su presenza e distribuzione di Rosalia Alpina e Osmoderma eremita ai fini della progettazione degli interventi in foresta. Il caso del Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano – Giovanni Carotti, Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano
15.20: Gli interventi forestali realizzati nell’ambito del progetto LIFE EREMITA
Renato Carini, Ente di gestione per i Parchi e la biodiversità Emilia Occidentale
Fausto Minelli, Ente di gestione per i Parchi e la biodiversità Emilia Centrale
15.40: Il ruolo dei Carabinieri Forestali nelle attività di controllo e vigilanza sugli habitat delle specie – Ten. Col. Giuseppe Piacentini, Reparto Carabinieri Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano
16.00: Discussione aperta

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento