Andrea Storchi eletto Presidente del Club Digitale di Unindustria Reggio Emilia

Stampa articolo Stampa articolo

Assegnato il Digital Award nel corso dell’Assemblea “Orizzonti di Digital Transformation”

Il Club Digitale di Unindustria Reggio Emilia – che rappresenta 60 aziende per oltre 1.600 dipendenti e
un fatturato complessivo di oltre 150 milioni di euro – ha eletto nei giorni scorsi ha eletto il nuovo
Presidente.
Si tratta di Andrea Storchi, CFO e Founder di Webranking di Correggio, che succede a Isabella Bovero,
HR e Marketing Manager di Blulink, che ha guidato il Gruppo per quattro anni.
Rinnovato anche il Consiglio Direttivo, che risulta così composto: Corrado Azzaloni (Meta System),
Andrea Baruffaldi (Energee 3), Nicola Bigi (Tiwi), Alberto Cocconcelli (Proteo/481), Flavio Codeluppi
(Netribe Group), Piergiorgio Grossi (Credem), Fernando Sciascia (Emak), Sara Mattiloli (Errevi System) e Veronica Savazzi (47Deck).
Si è svolta anche la premiazione, da parte del Presidente di Unindustria Fabio Storchi e di Isabella
Bovero, del vincitore del Digital Award, il concorso organizzato dal Club Digitale, che ha visto oltre venti
aziende esporre i propri prodotti e servizi tecnologici alle imprese produttive nel corso di cinque serate
tenutesi da marzo da ottobre.
Si è aggiudicata il premio Webranking con il progetto “Tecnologia per il marketing: anticipare e
governare la domanda del mercato turistico Boscolo tours”. Sul podio anche Kaiti Expansion con il
progetto “Visit” e Caligoo con “Proximity marketing per il retail banking”.
Durante l’affollata assemblea, tenutasi al Tecnopolo, che ha avuto come titolo “Orizzonti di Digital
Transformation”, sono saliti sul palco diversi relatori che hanno discusso di intelligenza artificiale da
punti di vista molto differenti.
Cosimo Accoto, del MIT di Boston, ha introdotto la prospettiva di una nuova ontologia derivante dal
rapporto fra uomo e macchina (a fine giornata è stato donato ai presenti il suo ultimo libro “Il mondo ex
machina). Roberto Vezzani di Softech ha nuovamente calcato la mano sulla necessità di avvicinare
intelligenza artificiale e piccole medie imprese.
La guest star della giornata, Walter Ganz, Direttore del Fraunhofer di Stoccarda, ha sintetizzato le
attività e le peculiarità del centro di ricerca tedesco (uno dei più famosi a livello europeo) smorzando le
paure e i timori che dipendenti e imprese ancora oggi vivono davanti al concetto di robotica e
automazione.
Infine Marco Ramilli, Founder e CTO Yoroy, ha portato i casi ed esempi di alcuni attacchi e difese
cibernetiche.

Pubblicato in Articoli, Società & Cultura

Lascia un commento